Alcune note su Vista, Vaio serie CR31 e Linux

19 03 2008

Ormai sono già da 4 giorni che mi diletto col mio nuovo portatile e posso proprio dire che è stato un ottimo acquisto, caruccio (così come tipico dei prodotti VAIO), ma bisogna considerare anche il set di software inclusi (un nome su tutti Adobe 8 standard completo) ed inoltre il prodotto è di ottima fattura: la tastiera è una meraviglia con i tasti ben distanziati, lo schermo è nitido e ben luminoso, il materiale di superficie è levigatissimo al tatto (solo il coperchio esterno, ad effetto blu metallizzato ultra luccicante, si sporca per niente basta un dito e rimane l’impronta), ottimo la ricezione WiFi ed il tastino (a scatto) per disattivarla senza usare alcun tipo di software. Unica nota negativa l’alloggiamento della batteria: ho notato che la batteria ha un po’ di gioco e non è ben fissata al 100%, ma non sembra dare problemi di rilievo. Per il resto speriamo solo nell’affidabilità del marchio VAIO, fattore di grande importanza per me 😉

Nel frattempo sto imparando ad usare Vista ed ho capito che di quel che si dice (male) nella rete bisogna credere più o meno il 50% (un po’ come i politici, anzi con loro facciamo anche solo il 20% 😛 ). Leggi il seguito di questo post »

Annunci




È arrivato!

14 03 2008

Sono felice come una pasqua, contento come un bambino a cui hai appena regalato la macchinina Burago, estasiato come un trentenne single che gioca alla play-station, eccitato come un adolescente al suo primo bacio.

 

vaio

Ok forse ho esagerato, ma non è che mi capita tutti giorni avere tra le mani un portatile nuovo, dato che l’utlima volta che mi è capitato risale a 4 anni ed 11 mesi fa 😀

vaio

Il mio bellissimo Sony Vaio VGN-CR31S è finalmente approdato sulla mia scrivania e dopo averlo spacchettato ora sto installando Vista. Si Vista, perchè c’è qualche problema?
Se pensate che io sono quello che scrive Winzozz al posto del suo vero nome, che insulta qualsiasi cosa targata MS o che dice maledice Bill tutte le sere prima di andare a dormire beh allora avete sbagliato blog, andatevene via di qui che non siete i benvenuti!

Detto questo nei prossimi giorni cercherò di conoscere per bene Vista e vedremo se c’è qualche leggenda o luogo comune da sfatare. Per GNU/Linux c’è ancora tempo. Prima voglio smanettare almeno una settimana con Vista per vedere quanto vale. Poi penserò anche al pinguino (che ad ogni modo inizierò a testare con qualche live-cd già entro stasera, non posso resistere), ma solo dopo aver fatto qualche ricerca sul web per informarmi su come funzionano o no le periferiche hardware e per la questione delle partizioni di ripristino (non voglio rischiare di far danni 😀 )

Sul mio album di Picasa trovate qualche foto del gioiellino, naturalmente le foto sono venute male perché le ho fatte io quindi siate clementi.

Nel frattempo, sto creando i DVD di ripristino (ci vuole una vita) perché come va di moda ultimamente i produttori di notebook non forniscono più i dischi di installazione.

Giusto qualche prima impressione:

  • Al primissimo avvio 756MB occupati! non male (per fortuna che ne ho 2GB a disposizione)? 😀 vabbè c’è solo da sistemare un po’ i servizi e tagliare qualche processo per farli scendere.
  • Partizione di ripristino da 9 GB: ma caspita già il 6% del mio HD (160GB) se ne andato via 😦
  • 19,GB di installazione di Vista e qualche utility Vaio: non capirò mai e poi mai perché sul mio fisso sotto Kubuntu ho appena 7GB di installazione di /root avendo installato di tutto e di più 😐
  • Velocità: ad essere sincero non riesco a dare un giudizio oggettivo, perchè se lo confronto col vecchio Acer sembra un fulmine ma il paragone non ha molto senso. Forse devo sistemare un po’ tutti servizi abilitati di default, google desktop (l’ho ritrovato già installato) o ad altre porcherie, urge pulizia 😉
  • Si, è vero, il sistema di controllo UAC fa girare le scatole. Sicuro è sicuro (in fin dei conti è una specie di sudo) però rallenta l’attività, e pensare che sono loggato come amministratore!

Per tutto il resto vi terrò aggiornati con nuovi post nei prossimi giorni, ora lasciatemi smanettare un po’ 😛





Ipse dixit

17 11 2007

Giuro che io non ce l’ho con Microsoft, sono loro che se le cercano… (avete cliccato sul link vero? 😆 )

Se siamo arrivati sulla Luna con la potenza di calcolo di due Commodore 64, perché non riusciamo a farci girare Windows Vista?
[Anonimo]

Windows Vista non è un Sistema Operativo, solo una brutta copia di qualcosa riuscito veramente bene!!
[Anonimo]

ed ora passiamo a qualcosa di più serio, forniteci dal grandissimo Albert:

Un giorno le macchine riusciranno a risolvere tutti i problemi, ma mai nessuna di esse potrà porne uno.

Quando un uomo siede un’ora in compagnia di una bella ragazza, sembra sia passato un minuto. Ma fatelo sedere su una stufa per un minuto e gli sembrerà più lungo di qualsiasi ora. Questa è la relatività.

Tag Technorati: , ,





OpenOffice e Fonts Microsoft True Type su Ubuntu e Debian

7 11 2007

Chi lavora spesso con i testi e con la grafica può ritrovarsi spiazzato dalle lacune dei sistemi GNU/Linux in ambito font specialmente quando si lavora con OpenOffice.org. Per fortuna che Linux si supera anche in questo e fornisce il pacchetto msttcorefonts contenente i font Microsoft True Type per chi non può farne a meno. Premessa d’obbligo: si può benissimo vivere senza (io ad esempio li ho installati solo da poco), quindi facciamo un breve elenco delle situazioni in cui può essere conveniente installare questi font aggiuntivi:

  • Non vi piacciono i caratteri che usa Firefox per visualizzare le pagine web.
  • I font messi a disposizione da OpenOffice.org sono per voi troppo carenti.
  • Per svariate esigenze, lavorate spesso con documenti di origine MS Office (dai *.doc ai *.ppt) e la visualizzazione di questi sul Vostro OpenOffice risulta sconquassata (impaginazione scorretta, caratteri troppo grandi, i testi delle slide escono dai margini,…).
  • Lavorate insieme ad altre persone che usano MS Office e con cui dovete scambiarvi spesso documenti di testo. Beh in questo caso si possono usare altri metodi:
    • La più drastica: digli di usare Linux 🙂 , specialmente se lo ha già installato sulla partizioncina ma non lo usa con la scusa del router mal configurato, vero pes? 👿
    • puoi convincere la persona ad usare OpenOffice su Windows, ma non dicendo semplicemente “è gratis” ma sforzandosi di far capire alcuni semplici concetti come l’open source e che probabilmente la sua licenza d’uso di MS Office è piratata e ciò non fa bene ne alla Microsoft ne tanto meno al mondo del software libero (o no?)
    • Se è un fan sfegatato e convinto di Office ultimissima versione (ma che non ha sganciato nemmeno un euro per la licenza, quindi che cazzo di fan sei?) e ti dice che non si può paragonare a niente altro (anche se secondo me, per il momento, ha ragione) allora obbligalo almeno ad usare l’estensione per supportare il formato ODF.
    • Usate google docs.

Se non riuscite a scavalcare i predenti ostacoli o inconvenienti allora non ha senso impazzire ancora, quindi installate immediatamente i font aggiuntivi:
sudo apt-get install msttcorefonts
ed avrete i principali font Microsoft True Type tra cui: Arial, Comic Sans MS, Courier New, Times New Roman, Verdana e molti altri ancora. Fine dei giochi.

Tag Technorati: , , , , , , ,