Toglietemi tutto ma non il mio username

29 09 2008

Quante volte, quando ci dobbiamo registrare su un nuovo sito, applicazione web o mail, all’atto dell’inserimento del nostro username preferito ci viene comunicato che è già stato utilizzato da un altro utente?

a me purtroppo tantissimo dato che il mio nickname è piuttosto diffuso…

E quante volte Vi siete incacchiati poiché al vostro nickname ci siete affezionati e non sapete cosa altro scegliere, se non la triste soluzione di aggiungere l’anno della Vostra nascita in fondo all’username?

anche in questo caso mi è già capitato. Già ci penso a quando avrò 50anni e aprirò la mia casella di posta paso_83@yahoo.it (ammesso che yahoo esisterà ancora…) 😐

Sappiate che una soluzione a questo enorme problema che affligge il popolo Internauta non esiste, ma da oggi abbiamo uno strumento utile per sapere se un determinato sito ha già registrato il nostro amato username.

Basta andare su http://usernamecheck.com/

Così almeno abbiamo tutto il tempo per pensare ad un username alternativo, o vedere su quali siti abbiamo ancora la possibilità di registrarci e accappararci il nostro account prima che ce lo freghino 😉





La scala metrica dell’universo

14 07 2008

A volte mi chiedo che vita sarebbe senza Internet! Ogni volta che trovo queste sciccherie rimango sempre affascinato.

Oggi Vi segnalo un link in cui è possibile scorrere la metrica dell’universo.

Dalle ordine di grandezza degli anni luce fino al femtometro potrete osservare il confronto fra decine e decine di animali, edifici, pianeti, …

http://www.nikon.com/about/feelnikon/universcale/index.htm





The State Of The Web

10 07 2008

Come riassumere in poche parole e/o immagini gli ultimi mesi di feroce e spietata evoluzione del Web?

Siamo nel web 2.0 e già si parla di 3.0

Ci stiamo abituati a conoscere ai servizi web utili o meno su cui migliaia di blogger ci hanno scassato il cosiddetto sacchetto di noci ed ora scopriamo che sono già out.

Abbiamo assistito a grandi fenomeni della rete, record di download, record di rumors, di chi sale e di chi scende.

Insomma facciamo il punto della situazione ed andiamo a vedere come Matthew Inman ci presenta il web collezione estate 2008 😀

http://0at.org/summer-2008.html





Quelli che…

31 05 2008

Maxime non li sopporta ed io non posso che unirmi a lui, eppure di questi tizi ne è pieno il mondo.

Ah… la chimera della cultura informatica, chissà se un giorno assisteremo all’estinzione degli utonti 😀

link: http://www.pensierineccesso.it/2008/05/28/a-proposito-di-pc-e-internet/





Web Browser Identifier

22 05 2008

Dell’identificazione del Browser del visitatore di un sito/blog ne avevo già parlato precedentemente, spiegando come ciò avviene e quali simpatici strumenti si trovano in rete da usare nel proprio web site. Oggi invece vi parlo di un sito in cui potete testare Voi stessi come avviene l’identificazione del Browser e del sistema operativo in uso, ed anche la possibilità di scaricare il codice sorgente per meglio capire come funziona.

Il sito in questione è http://id.ziew.info/ ed appena arrivati nell’home page vi verranno subito mostrate le informazioni sul vostro computer, che nel mio caso è:
Mozilla/5.0 (X11; U; Linux i686; en-US; rv:1.8.1.14) Gecko/20061201 Firefox/2.0.0.14 (Ubuntu-feisty)

web browser identifier

come dite? ancora con la 7.04? esatto! non è un fake, è proprio così 😛

Se invece volete sperimentare e fare qualche prova manipolando la stringa detta user agent che viene spedita dal vostro browser allora andate alla pagina di test e sbizzarritevi!

Inoltre ogni stringa user agent viene salvata in un database per aiutare gli sviluppatori del codice a migliorare l’identificazione di nuove stringhe e prevenire eventuali fake string tramite un’apposito sistema di votazione.

Infine dalla home page è possibile scaricare il codice sorgente, che è scritto nel linguaggio php.

Oltre al php si può usare anche il linguaggio Javascript, ma esso presenta due problemi:

  • dà meno informazioni dettagliate in quanto non analizza la stringa user agent, ma un oggetto chiamato navigator e le sue diverse proprietà:
    • navigator.userAgent
    • navigator.vendor
    • navigator.platform
  • javascript può essere disabilitato dall’utente ed in tal caso, come si suol dire, attaccatevi al tram… 😀

Per concludere vi segnalo due praticissimi siti che mostrano quante informazioni si possono raccogliere sul vostro browser, sui plugin attivi e non, sui servizi abilitati (cookies, java, …):





Da dove provengono gli utenti che visitano il nostro blog?

12 05 2008

ProBlogger.net ha condotto un sondaggio su un ampio numero di bloggers per cercare di capire quali siano le principali fonti di traffico verso i loro siti (blog). I risulatati sono schemattizzati in questo grafico a torta:

traffico_blog prvoenienza

E’ interessante fare alcune osservazioni:

  • il web 2.0 è un fenomeno abbastanza recente, diciamo per approssimazione 3 anni. Sebbene 3 anni nel mondo di Internet sia un’eternità è interessante notare come il contributo dei social media (e network) sia ancora relativamente basso, sebbene sia in crescita.
  • solo l’11% del traffico è dovuto alle sottoscrizioni di tipo RSS e feed. Direi che nonostante tutto gli RSS devono fare ancora tanta strada.
  • la provenienza da altri siti e altri blog, che solitamente avviene tramite blogroll, trackback e citazioni, è appena 1/5 di tutto il traffico. Quindi a quanto pare non serve più di tanto essere presente in più blogroll possibili 🙂
  • Google è ancora il re incontrastato del web (e sai che novità!). Non solo contribuisce al 46% del traffico di provenienza ma la sua dominanza è imbarazzante se messa a confronto con gli altri motori di ricerca che tutti assieme danno un misero 1% 😯

A chiusura del post vi ricordo che questo sondaggio è stato condotto da un sito americano e su blog in prevalenza in lingua inglese. Sarebbe interessante condurne uno simile per i blog italiani perchè sono convinto che ci sarebbero notevoli differenze.

[Fonte: ProBlogger.net]





Il mio nuovo browser

20 02 2008

Si chiama links ed è un browser testuale. Velocissimo, facilissimo da usare (si può usare con la sola tastiera, o volendo aiutandosi anche con il mouse), con soli 1024KB di cache va come una scheggia, sembra di avere il sito in locale, altro che safari, provare per credere 🙂

links

Se per voi Internet significa ancora (come per il sottoscritto) leggere pagine web, consultare manuali e tutorial online, visionare API e reference varie e leggere piacevolmente blog scritti bene ed esigete la massima velocità, allora lasciate riposare ogni tanto la volpe di fuoco ed usate links.

se siete utenti di Debian e derivati come *ubuntu potete installare il leggerissimo browser col solito abusato comando

$ sudo apt-get install links

Oltre a links esistono altri due progetti interessanti e potete trovare utili informazioni seguendo questa pagina. Seguono altri screenshot (clicca sulle immagini per ingrandire).

links links links