Google Reader potenzialmente dannoso?

9 05 2008

Google Reader si rinnova e a quanto pare tutti sono felici: più social qualcosa, più Web 2.0.1, più funzionalità, più condivisione, etc, etc.

Usando le nuove caratteristiche (che non so se siano abilitate anche per la versione italiana) ho notato però anche un particolare che sebbene al primo impatto sembra interessante, subito dopo ci si accorge di quanto sia potenzialmente dannoso.

Scenario:

  • leggo un feed e lo trovo interessante e decido di condividerlo sulla mia pagina personale di Google Reader con la nuova opzione share with note
  • mi si apre una finestrella all’interno della pagina in cui cui posso aggiungere le mie note sul post che sto per condividere
  • sopra l’area di testo delle note compare anche il contenuto del feed. Se ci clicco sopra posso visualizzare il codice html di quel feed
  • modifico a piacimento l’html, clicco al di fuori dell’area del codice e magicamente il post originale è stato modificato, pronto per essere condiviso!

Ora a me sembra uno strumento facile facile per manipolare a proprio piacimento gli articoli scritti da altri. Ci possono essere mille ragioni per modificarli, sia buone che cattive, ma sta di fatto che il post non è più quello originale e la sua versione alterata si può facilmente propagare nella rete.

Concludendo: a me pare un’arma a doppio taglio, Voi che ne pensate?





Google Reader tips & tricks

8 02 2008

Ecco due trucchetti per sfruttare al meglio le potenzialità di Google Reader.

#1
Avete un feed per il Vostro blog o sito che non è in grado di dirvi il numero di abbonati ad esso così come fa l’ottimo FeedBurner? Nessun problema andate su Google Reader ed entrate nella sezione scopri (discover nella versione inglese).

Si, è lui, è il mitico Bucky Katt! 😀

Ora selezionate il tab sfoglia (browse) ed inserite l’url del feed nella barra di ricerca ed avrete la risposta. Ottimo trucco per gli utilizzatori del feed di WordPress.com che non fornisce statistiche sul numero di abbonati 😉

[EDIT] Nicopi mi segnala nei commenti che il numero ottenuto indica solamente gli abbonati che vi seguono con G. Reaader quindi non comprende tutti i potenziali subscribers! [/EDIT]

[Fonte: tartaruga tecnologica]

#2
Avete presente il nuovo servizio sulle letture consigliate che appaiono in alto a destra? Bene sappiate che se andate alla pagina vedi tutte le raccomandazioni (view all) troverete la lista dei blog consigliati da google: insomma consigliati è un parolone, chiedete a Lazza cosa ne pensa a tal proposito (consolati Andrea, anche a me è apparso per parecchi giorni come top recommendations nella home page di G Reader! 😐 )
Ma c’è la buona notizia anche per questi “inconvenienti” 😀

Andate nella lista delle raccomandazioni e sotto ogni feed troverete l’opzione chiamata “No Thanks” per eliminare il suggerimento dalla lista (e cosa aspetti Lazza, corri, bannalo subito dalla lista con un “no grazie” finché sei in tempo! 😆 )

greader3

Maggiori info sulle letture consigliate le trovate direttamente sulla pagina di supporto di google.





Idee per migliorare Google Reader

28 01 2008

Google lego!

Gli abituali utilizzatori di Google Reader, come il sottoscritto (che nel frattempo ha raggiunto quota 130 abbonamenti), avranno apprezzato in lungo ed in largo le qualità di questo lettore feeds online, primi su tutti l’ubiquità del servizio e la possibilità di condividere i contenuti in un cosiddetto linkBlog (il mio è questo).
Nonostante le migliorie costanti che vengono aggiunte dal team di sviluppo, GReader è un prodotto che ha ancora ampie possibilità di crescere e di fare la differenza con i più noti software lettori feeds (desktop based).

Una caratteristica che manca e che secondo me sarebbe di grande utilità sarebbe quella di dare la possibilità di aggiungere un contenuto di un blog, sito o checchessia, senza la necessità di sottoscrivere il feed rss e di poterlo quindi inserire in una tra le opzioni:

  • elementi letti
  • elementi speciali (starred items)
  • elementi condiviso (shared items)

Le utilità non sarebbero poche:

  1. potremmo utilizzare questa funzione “per mettere da parte” articoli, post e foto inserendoli nelle opportune categorie (non letti e/o starred) così non dobbiamo più sporcare i segnalibri del nostro browser (il mio è come una fisarmonica: bookmarko mille pagine che man mano elimino quando le ho lette e non mi servono più).
    I più pignoli ora penseranno «wee testina, perché non usi Del.icio.us et simila che fanno proprio quello che vuoi tu?» ed io rispondo «perché io sono a favore dell’integrazione dei servizi e GReader è di gran lunga più pratico e bello e mi sto stufando di iscrivermi a 1k servizi che poi non ho mail il tempo di sfruttare appieno» 😉
  2. possiamo tenere traccia in un unica pagina di tutti contenuti a cui siamo interessati e quindi averli sempre a nostra disposizione su qualsiasi computer su cui ci troviamo, a patto di avere una connessione disponibile.
  3. possiamo sfogliare questi contenuti in rapida successione in un’unica pagina, senza aprire i rispettivi siti su mille schede Firefox. (anche qui mi si può obiettare che la navigazione su feed è fredda rispetto alla navigazione sui blog, ognuno con il suo template, con le sue forme, i suoi colori, la sua storia, bla bla, ma ripeto tempus fugit!)

Sarebbe tutto bello dico, perché al momento non si può fare, è solo una mia idea (strano da dirsi, ma è da tanto che ci pensavo 🙂 ), che si può implementare e che, credo, non richieda grandi sforzi tecnici e/o umani (e qui ci sta un grazie a tutto il team di Google Reader).

Cosa ne pensate?
La ritenete una funzionalità utile o l’ennesima feature che serve solo a far scena e che nessuno userebbe?

Ad ogni modo ho scoperto da questo sito che esiste un piccolo work-around (valido solo per la versione non localizzata) per aggiungere elementi, senza sottoscrivere al feed, ma con la limitazione di poterli inserire nella sola categoria condivisi, sfruttando la funzione “Subscribe as you surf”. Quindi come potete vedere, se questo trucchetto viene già usato, vuol dire che la mia idea non è poi così strampalata 😉





Novità in Google Reader

15 12 2007

Non passa giorno che ci sono sempre nuove funzionalità in qualsiasi prodotto made in Google. Oggi è il turno di Google Reader, o come è stato tradotto in modo approssimativo sulla pagina di Google Italia, il lettore 🙂

greader Ebbene la novità che ho scoperto stamattina consiste nella condivisione automatica dei feeds sharati con una lista di amici selezionabili. Il tutto lo si fa dalla pagina “friends” del setting del Reader: si può pure creare un semplicissimo profilo personale composto da un avatar (quello normalmente utilizzato per la chat di google), il nome completo, il nome pubblico, un link al tuo blog ed il classico campo di testo about. Quindi si selezionano tra i contatti di gmail gli amici che si vuole invitare; se loro accettano l’invito essi verranno automaticamente notificati dei tuoi feeds condivisi attraverso la nuova sezione “friends’ shared items” del menù del lettore.

Al momento ho avuto conferme (grazie Pes) che questa nuova funzionalità è attivata solo per la versione inglese del servizio, che è quella che uso io. Non resta che attendere che venga presto messa a disposizione anche per gli utenti della versione italiana.
Insomma anche l’aggregatore di Big G diventa sempre più social 😉

PS: i miei feeds condivisi li trovate nella barra laterale qui a destra oppure direttamente sulla pagina google.

Tag Technorati: , ,