Sei un vero milanese se…

6 10 2008
  • Ogni giorno maledici il traffico
  • Ogni giorno devi prendere la  macchina
  • Sai che devi aggiungere 10 minuti all’orario scritto alla  fermata dell’autobus
  • Ogni dieci parole dici come minimo tre volte ‘minchia’ e ‘figa’
  • Sai che usare la bici vorrebbe dire rischiare la vita
  • Sei orgoglioso di tutto ciò
  • Se incontri una persona di Milano la tua prima domanda è: ‘maaaaaaaaa..Milano-Milano?’
  • Odi i piccioni e  quelli che danno loro da mangiare
  • Sai benissimo come sfuggire a quelli che tentano di venderti braccialetti o giornali politici
  • Se devi pagare l’affitto di un appartamento..non sei sicuramente la persona più felice al mondo
  • Gli ausiliari del traffico sono i tuoi peggiori nemici
  • Alle superiori, il sabato è il giorno della fiera di  Senigallia
  • Ti chiedi perché non mettano dei semafori sulle linee verde e rossa della metro
  • Ti chiedi perché gli annunci degli scioperi dell’ ATM sembrano arrivare dalla luna
  • Preferiresti incontrare Hannibal the Cannibal piuttosto che trovati di sera alla stazione centrale
  • Preferiresti essere avvelenato, piuttosto che farti un bagno nei navigli
  • Non capisci perché all’ufficio ‘international tickets’ della centrale ci sia solo gente che parla italiano
  • Se prendi un autobus o la metro di notte,sai che sarai l’unica persona bianca
  • Odi tutti i turisti che ti fanno aspettare, in coda, per un panzerotto da Luini
  • Ancora non capisci perché ci sono persone che si trasferiscono da altre regioni solo per frequentare lo IULM
  • Alla sera non hanno più importanza linee Blu, Gialli o strisce pedonali, parcheggi la macchina ovunque trovi posto, a patto che tu ne trova uno…
  • Ti chiedi perché ci siano più poliziotti il sabato sera alle Colonne che in tutto San Vittore
  • Quando alla sera i semafori iniziano a lampeggiare, scatta la legge della jungla
  • Se di notte vedi una piccola luce brillare nel cielo, ti sembrerà di guardare una stella
  • Se la tua è la prima auto alla fila di un semaforo, dovrai ri-partire con una reazione di 0,001 secondi se non vuoi essere insultato dagli altri automobilisti
  • Non sai se sia più facile domare una tigre o conquistare una ragazza  milanese
  • Corri anche se non hai un cazzo da fare
  • Milano innevata è da cartolina ma poi bestemmi perché la città è bloccata
  • Non riesci a stare dietro a tutti nomi del ‘Pala’ a Lampugnano, ma di certo sei rimasto affezionato al  PalaTrussardi
  • Se ti si affianca una macchina al semaforo, parte la sfida
  • Non sopporti i gruppi di turisti cinesi che fanno le foto sommersi dai piccioni in piazza del duomo
  • Almeno una volta hai usato un biglietto già timbrato per entrare in metro
  • Conosci posti come Bisceglie, Sesto Marelli, Sesto Rondò, Cascina Gobba, Cassina De’ Pecchi, Cascina Antonietta, Cascina Burrona, esclusivamente per il fatto che sono sulla cartina della metro
  • Ti accorgi che in una frase di circa 30 parole dici 4 volte ‘una cifra’ e 5 o 6 volte ‘minchia’
  • Quando dici ‘cicca ‘ intendi chewingum e non mozzicone di sigaretta
  • Per te ‘duomo’ è la fermata del metrò ma, nella chiesa, ci sei entrato sì e no due volte
  • La mattina leggi tre mini-giornali praticamente uguali, ma li prendi cmq perchè sono gratis
  • Vuoi il Cayenne Turbo, ma poi ti incazzi perché non riesci a parcheggiarlo
  • Al vigile che ti multa l’auto in doppia fila dici ‘ma ero qui! sono sceso un secondino..’ (due ore fa)
  • Ormai chiami per nome i commessi del Treesse
  • Per te i piani della Rinascente sono come una seconda casa
  • Sei tutto eccitato per l’expo 2015, anche se non sai manco cosa sia, in realtà
  • Sai che i muretti del duomo sono zona truzzi/Pgoldini e le colonne sono  territorio emo
  • Sai che, comunque tu sia conciato, passando in colonne, ti guarderanno male (a meno che tu non conosca qualcuno)
  • Sbavi davanti alla vetrina di Vouitton in galleria, ma poi vai dal marocchino a  comprare l’imitazione perché ‘tanto….. Sembra vera.’
  • La crepes in corso porta ticinese, x merenda, è un classico
  • Attraversi e basta, non  importa il semaforo
  • Non vedi l’ora che quelli di TRL se ne vadano in trasferta
  • Tifi Inter Milan o Juve
  • Guardando il cielo, ti entusiasmi quando lo vedi tendente al turchese, anzichè grigio e  nuvoloso
  • ‘Roma provincia, Milano capitale’
  • Metti l’articolo davanti i nomi propri (es. la  Fede, la Vale, il Luca, la Giuly)
  • Durante i saldi, paghi sempre il doppio convinto di aver fatto un affare
  • Non sei in grado di contare le ‘vascate’ in c.s Vittorio Emanuele durante l’adolescenza
  • Non sei mai entrato alla Scala ma ‘tanto quella nuova fa schifo…’
  • Metà delle tue dmeniche pomeriggio le hai passate da Fiorucci (prima che diventasse l’H&M)
  • Niente è come un pomeriggio di sole al Castello
  • L’unica cosa che sai dell’Arco della Pace è che da lì inizia c.so Sempione

PUOI AMARLA OD ODIARLA…MA MILAN L’È SEMPER MILAN…

PS: ringrazio la mia amica Alessia per questo post.

PPS: pur essendo di Domodossola oramai mi sto rispecchiando in una cifra di questi punti 😀





Quelli che…

31 05 2008

Maxime non li sopporta ed io non posso che unirmi a lui, eppure di questi tizi ne è pieno il mondo.

Ah… la chimera della cultura informatica, chissà se un giorno assisteremo all’estinzione degli utonti 😀

link: http://www.pensierineccesso.it/2008/05/28/a-proposito-di-pc-e-internet/





Nucleare vs energie rinnovabili: solare, eolico, idroelettrico

26 05 2008

Ho letto il post di sognatore sul suo blog 8log che rimanda ad una puntata di Annozero con ospite il professor Rubbia, premio nobel per la fisica fuggito (tanto per cambiare) in Spagna, che discute sulle problematiche del nucleare, ed anche ad un’intervista lasciata dal professore stesso sull’energia solare e le sue prospettive future. Siccome questo argomento di grande attualità mi interessa molto e dato l’input di 8log mi sono deciso a mettere giù questo piccolo excursus per fare un po’ di chiarezza. Vi invito a guardare i video e a leggere l’articolo linkato da sognatore per poi proseguire con il mio discorso.

il nucleare

La questione che Rubbia solleva (nell’intervista linkata da il sognatore) sul nucleare è sintetizzabile nei seguenti 3 punti:

  1. il problema del smaltire le scorie
  2. l’uranio come risorsa fossile che “finirà” entro 40 anni (cosa non propriamente vera, link)
  3. i costi dell’energia nucleare superiori agli attuali standard

Analizziamo in dettaglio… Leggi il seguito di questo post »





Generazione anni ’80

2 05 2008

Da leggere, da capire, da emozionare, da riflettere:

Fatto? Volete altro?: allora leggete anche questa. Bene ora pensiamo a:

  • la società di oggi
  • i giovani di oggi
  • la cultura di oggi
  • la moda di oggi
  • la televisione di oggi

Cerco sempre di auto-convincermi che va tutto bene, che sta andando tutto per il verso giusto e che questo è il migliore dei mondi possibili (cit. Voltaire). Ma a volte, si sa, anche gli ideali più forti vacillano. Spero almeno che non crollino…





Bloggare non è bello se non è litigarello

23 03 2008

Quasi quasi che mi diverto a seguire nei miei feeds le litigate a suon di post e commenti in giro nella blogosfera italiana.

Non capita mica tutti i giorni vedere blogger di un certo calibro lanciarsi frecciatine o messaggi al vetriolo scatenando un putiferio di flusso di byte che intasano solo la rete e mettono in discussione… boh, non l’ho ancora capito 🙂

Ma d’altronde bloggare non è bello se non è litigarello 😛

per saperne di più dell’accesa discussione che tiene sulle spine tutti i blog di alta classifica:





L’informatico general purpose

4 02 2008

Si sa che la cultura informatica in Italia è bassa, e mi va anche bene. Ma la cosa è molto più preoccupante quando all’ignoranza si aggiungono i luoghi comuni ed il risultato è peggio di qualsiasi cataclisma naturale.

Chiedeteglielo a Raptxt cosa si prova a sentirsi dire le solite cretinate da certe testine di vitello che magari si credono pure più esperti di te e nonostante tutto quasi che ti mettono in difficoltà? 😐

È inutile, è una battaglia che non potremo mai vincere 🙂





Ne ho piene le [eco]balle

7 01 2008

Su questo blog non mi piace occuparmi troppo di politica e di problemi sociali. Il motivo? ho troppa poca esperienza per poter dire la mia, e per quanto ci provi non sono mai abbastanza informato sugli avvenimenti politici e quindi preferisco limitare al minimo i miei interventi ed evitare di fare il saputello o l’opinionista, che in giro ce ne sono già troppi… 😐

Ad ogni modo Vi invito a leggere questo articolo sul Corriere e a fare le dovute riflessioni. Io mi limito a citare alcuni numerini trovati nell’articolo.

Quantità di diossina sprigionata nell’aria dai 65 cassonetti di pattume bruciati nelle rivolte di piazza a Napoli nella giornata del 5 gennaio = 9 mila microgrammi = alla quantità prodotta dall’inceneritore di Marghera in 546 giorni a pieno ritmo.

Polveri nocive prodotte da questi benedetti cassonetti = quante ne espelle il termovalorizzatore di Brescia in 441 giorni, la [quasi] stessa efficienza che avrebbe il termovalorizzatore di Acerra se il signor er Pecoraro non avesse messo la firma sullo stop ai lavori.

Netturbini: rapporto tra netturbini della Campania e della Lombardia (che ne produce a iosa di spazzatura): 25/1, per un totale di 1 netturbino ogni 300 abitanti (non si sa mai, meglio abbondare…)

34 operatori al call center (a che cosa serve non l’ho mica capito) che rispondono ad una media di 5 telefonate al mese a testa!

Vabbé, l’Italia dopo tutto è un bel paese e queste sono solo delle piccolezze su cui vale la pena di riderci sopra.