Si comincia

30 08 2008

E così anche questi meritati giorni di riposo/vacanza sono giunti al termine. Devo ammetterlo, questo mese di riposo dopo la maratona estenuante della tesi di laurea ci volevano proprio, ma ora mi sono più che ripreso per affrontare la prossima sfida.

Dal 1° settembre si riparte. Un nuovo lavoro che mi son sudato con colloqui su colloqui sta per iniziare. Richiederà molto impegno, e probabilmente anche in termini di tempo, inoltre essendo la sede a Milano mi vedo costretto a dover prendere casa nelle vicinanze, casa che ancora non ho trovato (d’oh!) e si prospetta una soluzione temporanea da pendolare…

Quindi come molti avranno già intuito mi vedrò costretto a ridimensionare drasticamente la mia presenza sul web. Dovrò rinunciare almeno in parte ai miei 120 e passa feeds di Google Reader, sarò meno presente sui siti di social-sticazzi ma, la cosa che mi duole di più, mi vedrò costretto a trascurare il mio amato blog. Con questo non dico che lo abbandono in balia dell’oceano chiamato Internet, ma che calerò la frequenza dei post in base alla disponibilità di tempo e di una connessione ad Internet (sempre se trovo l’appartamento… 😀 ).

Quindi siccome non mi piace fare come molti blogger che dopo X mesi di assenza fanno un post per scusarsi della loro latitanza (se hai trovato il tempo di postare questo non potevi fare un post vero e proprio?) io anticipo subito le scuse, così evito le ire di alcuni e che condivido appieno 🙂

Alegar!





Get Used To

1 08 2008

Vado in bici dall’età di 4 anni ed ancora oggi, che ne ho 25, non mi sono abituato a quella terribile sensazione di noci schiacciate che si prova a stare seduti sul quel fantomatico sellino  anatomico/ergonomico con uno spessore dell’imbottitura (la cui immensa morbidezza mi lascia pensare che al posto della gomma siliconata ci abbiano messo sassolini) di una manciata di millimetri si e no.

Ma mi chiedo come fanno i professionisti che si smazzolano mille e mille km al tour? Cosa hanno al posto del sacchetto delle noci? o cosa ne sarà rimasto delle loro nacchere?





Laureato! ed ora?

29 07 2008

Succederà anche a me? 😀

Qualcuno che si rispecchia in questa situazione? 🙂
[Fonte: phdcomics]





Dott. Magistrale in Ingegneria Informatica

23 07 2008

…In data 22 Luglio 2008 presso il Politecnico di Milano.

Ora mi sento più leggero, leggero di 5 anni e mezzo davvero davvero intensi fatti di sacrifici (anche economici per i quali ringrazio i miei genitori), rinunce (quante volte ho dovuto rinunciare a serate con gli amici, domeniche di belle giornate di sole), impegno (l’esame di Linguaggi formali e compilatori  con Crespi ed informatica teorica con Pradella non li scorderò mai e poi mai 🙂 ); ma anche momenti di puro divertimento (non c’è niente di più bello che giocare a briscola chiamata al 2 con i propri colleghi di corso), ottima compagnia e tante tante ore trascorse al poli in C.D.C. a navigare con banda a volontà usando i proxy nascosti (o quanto meno mai pubblicati agli studenti), alle panchine verdi dietro al D.E.I., al solarium sopra l’acquario e nelle aule T dove pullula di belle gestionali…

Ora si è proprio chiuso un capitolo importante della mia vita.

Davvero intelligente, per chi l’ha potuto sentire, il discorso del professor Fabio Schreiber, sulle università italiane ed i finanziamenti pubblici, durante la cerimonia di proclamazione.

PS: ho appena scoperto che l’autore di un blog che leggo via feed (e che ultimamente sembrava sparito nel nulla) è diventato ingegnere anche lui! ora devo capire di chi si tratta, di sicuro l’avrò visto durante la proclamazione, magari era davanti a me e nemmeno lo sapevo. I miei complimenti da collega a collega, DoppiaVu 😉





Indaffarato

29 06 2008

Non so perché ma in questi giorni mi sento tremendamente indaffarato anche se non dovrei esserlo, anzi dovrei starmene tranquillo e possibilmente riposare (8 mesi da lavoratore pendolare + tesi mi hanno veramente massacrato).

Ho finito [finalmente] la tesi e mandata in stampa ed ora mi aspettano poco più di 3 settimane alla fatidica data del 22 Luglio (paura!) e non mi resta che preparare per bene la presentazione con le slide e racchiudere tutto il mio lavoro in massimo 25 minuti di esposizione alla commissione.

Per fortuna che in queste settimane sarò più tranquillo, niente lavoro fino a settembre, quindi potrò anche dedicarmi a tutte le mie attività lasciate in sospeso negli ultimi 8 mesi.

Mi sono fatto mente locale delle cose da fare e le ho messe giù in una ToDo list… risultato: ho mille cose da fare che non so nemmeno da dove cominciare. Ecco in realtà una cosa abbastanza rilassante l’ho trovata da fare.

Ho installato Ubuntu 8.04 sul VAIO CR31S!

Per fortuna è andato quasi tutto liscio nell’installazione, un po’ meno nella configurazione ma vabbé è giusto così, se era tutto facile non ci provavo gusto! 🙂

Di sicuro ora mi sento più soddisfatto, mettere una distro GNU/Linux su un pc così performante si fanno faville e scintille! Reattività del sistema ottima, compatibilità driver buona dopo alcuni “ritocchi”.

Dato che vengo da 3 mesi di uso intenso di Vista posso mettere subito in evidenza alcune differenze:

  • tempo di avvio: più rapido quello di Ubuntu, la differenza la si nota soprattuto tra il tempo di immissione della password fino a quando il sistema è pronto.
  • avvio applicazioni: purtroppo stravince Vista. Se non sbaglio il merito è del SuperFetch o chi per lui, sta di fatto che per lanciare le applicazioni che solitamente uso di più ci mette davvero poco, e non sto parlando del blocco note, ma di programmi notoriamente lentucci da caricare come OpenOffice.org, Firefox, Eclipse, etc.
    Ho scoperto che per GNU/Linux esiste un’implementazione simile che si chiama preload però prima di installare vorrei sapere se qualcuno di Voi l’ha mai provata (su SourceForge il progetto sembra abbandonato)
  • ho subito sentito la mancanza di Winamp, credo uno dei migliori media player in assoluto putroppo solo per Windows e non Open Source (in realtà a me interessa solo le funzioni si audio player). Per trovare un adeguato sostituto ho provato exaile dato che molti ne parlano bene, ma non mi sono trovato bene, problemi anche con gli mp3 e quei maledetti pacchetti gstreamer. Non volevo sporcare subito Ubuntu con pacchetti kde, ma alla fine me ne sono sbattutto ed ho messo Amarok e qui ragazzi non ce ne è per nessuno, Amarok spacca come dicono alcuni 😀
  • Altra differenza lampante tra i due SO: aspetto e temi. Vista è molto gradevole alla vista (che gioco di parole…), rilassante direi, mentre il tema di default di Ubuntu… beh di critiche non ne mancano sulla rete. Devo trovare un tema da installare giusto per cambiare un po’, se qualcuno ha suggerimenti sono ben accetti.

Altre rittocchi all’installazione:

  • Ho subito aggiornato alcuni programmi tra cui Trasmission seguendo i consigli di deviantdark (installando la più recente);
  • Uno dei miei grossi problemi era la compatibilità di Linux con la nuova scheda ATI X2300. È filato tutto liscio, ho usato Envy perché di sbattermi troppo non me la sento, fa già troppo caldo per stare davanti al pc, figurati che sudata a seguire l’ottima guida di Divi! 😀
    In compenso finalmente posso usare Compiz. Dopo tutto sto parlare sui Blogs ora posso sfruttarne appieno i suoi inutili effetti 🙂

Bene ora che ho portato a termine la missione, posso lasciare il pc da solo e andarmi a fare un giro in bici che in casa non si resiste.

Buona domenica a tutti.





Questo non lo dovevo proprio scoprire

7 05 2008

Leggo, con un po’ di ritardo, i miei feed arretrati (ultimamente trascuro troppo Google Reader) e trovo il post di Catepol sul test di personalità più veloce al mondo, cosa che Vi consiglio a tutti di provare.

Poi guardo bene il sito e trovo quel famigerato link in alto a destra che mi riporta all’elenco di tutti i test presenti sul sito. Ora come farò a resistere alla tentazione di provare tutti i test? quanto tempo mi ci vorrà a completarli tutti?

Maledetta la mia malsana curiosità di guardare sempre le sidebar in cerca di link interessanti. Ma proprio tutti questi test dovevo beccarmi, che poi mi vengono a dire che sono un maniaco dei test. 😐





Alcune note su Vista, Vaio serie CR31 e Linux

19 03 2008

Ormai sono già da 4 giorni che mi diletto col mio nuovo portatile e posso proprio dire che è stato un ottimo acquisto, caruccio (così come tipico dei prodotti VAIO), ma bisogna considerare anche il set di software inclusi (un nome su tutti Adobe 8 standard completo) ed inoltre il prodotto è di ottima fattura: la tastiera è una meraviglia con i tasti ben distanziati, lo schermo è nitido e ben luminoso, il materiale di superficie è levigatissimo al tatto (solo il coperchio esterno, ad effetto blu metallizzato ultra luccicante, si sporca per niente basta un dito e rimane l’impronta), ottimo la ricezione WiFi ed il tastino (a scatto) per disattivarla senza usare alcun tipo di software. Unica nota negativa l’alloggiamento della batteria: ho notato che la batteria ha un po’ di gioco e non è ben fissata al 100%, ma non sembra dare problemi di rilievo. Per il resto speriamo solo nell’affidabilità del marchio VAIO, fattore di grande importanza per me 😉

Nel frattempo sto imparando ad usare Vista ed ho capito che di quel che si dice (male) nella rete bisogna credere più o meno il 50% (un po’ come i politici, anzi con loro facciamo anche solo il 20% 😛 ). Leggi il seguito di questo post »