Nucleare vs energie rinnovabili: solare, eolico, idroelettrico

26 05 2008

Ho letto il post di sognatore sul suo blog 8log che rimanda ad una puntata di Annozero con ospite il professor Rubbia, premio nobel per la fisica fuggito (tanto per cambiare) in Spagna, che discute sulle problematiche del nucleare, ed anche ad un’intervista lasciata dal professore stesso sull’energia solare e le sue prospettive future. Siccome questo argomento di grande attualità mi interessa molto e dato l’input di 8log mi sono deciso a mettere giù questo piccolo excursus per fare un po’ di chiarezza. Vi invito a guardare i video e a leggere l’articolo linkato da sognatore per poi proseguire con il mio discorso.

il nucleare

La questione che Rubbia solleva (nell’intervista linkata da il sognatore) sul nucleare è sintetizzabile nei seguenti 3 punti:

  1. il problema del smaltire le scorie
  2. l’uranio come risorsa fossile che “finirà” entro 40 anni (cosa non propriamente vera, link)
  3. i costi dell’energia nucleare superiori agli attuali standard

Analizziamo in dettaglio… Leggi il seguito di questo post »

Annunci




L’Open Source sui banchi dell’MBA

14 04 2008

Si parlava scherzosamente di MBA nell’articolo precedente.

Bene, ora c’è un’interessante notizia che non può di certo passare inosservata nel mondo dell’informatica:

La celeberrima e prestigiosissima Università di Harvard a partire dalle prossime edizioni del noto master introdurrà L’Open Source nel programma ufficiale, analizzandolo soprattutto nel contesto delle grandi aziende, come un’opportunità di business e approfondendo alcuni casi di studio noti.

Dato che l’Open Source e non il software libero (c’è una sottile ma fondamentale differenza) è nato soprattutto per far breccia nel mondo dell’economia e del business aziendale, credo che questa lodevole iniziativa porterà nel medio-lungo termine benefici alla comunità intera, sia come un maggiore interesse delle aziende e perché no si spera anche in un aumento degli investimenti nell’Open Source Software.

[Fonte: slashdot]





Bersani scarica il barile ai petrolieri…

10 08 2007

Bersani chiede ai petrolieri di “essere responsabili”. Bene allora io mi chiedo: Ma tu e la tua combriccola lo siete?

Ma ste fottute accise di 60 anni fa vi decidete a toglierle? Perché io devo pagare la tassa sulla benzina per la guerra di Abissinia del 1935? e per la crisi di Suez del 1956?

Per farvi un quadro completo e preciso di tutte le accise, e dell’IVA sulle accise (semplicemente assurdo!), caricate sul costo della benzina vi invito a leggere questo chiarissimo e sbalorditivo post.

Ora non voglio dare solo la colpa a Bersani e al suo governo ma è certo che se lui esce con queste affermazioni si tira la zappa sul piede e pure tutte le mie maledizioni. Io tiro in ballo tutti coloro che si occupano della Res Publica from lefth to right indistintamente, che ci pigliano per il deretano e che da anni con una mano infilano una accisa qua e là e con l’altra scaricano il barile (giustappunto) ai petrolieri che avranno pure tutte le colpe del mondo, ma non sono di certo i principali responsabili del costo esorbitante della benzina più cara di un litro di latte della mucca Lola della Granarolo® (troppo lolloso il link) :mrgreen:

“E io pago!!!” diceva Totò.

“Eh già, e sempre di più!!!” aggiungo io.





Congratulazioni Stefano!

27 07 2007

25 Luglio 2007

Congratulazioni al mio Amico Stefano che si è laureato in economia alla Bocconi di Milano con un bel 110 Lode ed un limonata accademica con il rettore 😯

Leggi il seguito di questo post »





Next Generation Network

19 05 2007

Navigando per la rete ho trovato questo interessante articolo scritto da Stefano Quintarelli, che parla di un problema particolarmente cruciale per lo sviluppo del Nostro Paese dal punto di vista sociale ed economico: la rete di nuova generazione (NGN). La discussione verte principalmente sulle opportunità di sviluppo e dei possibili risparmi energetici legati all’utilizzo della fibra ottica fino in casa in sostituzione all’utilizzo del rame.

Io mi unisco all’iniziativa promossa da Quintarelli e pubblico il banner creato per questa campagna informativa.





Getting things done (GTD): il wallpaper

25 03 2007

gtd

Il GTD è una metodologia di efficienza personale sviluppata da David Allen che si prefigge di organizzare meglio la lista dei “ToDo” di grandi manager e grandi aziende, persone dai molteplici interessi e dalle molte responsabilità che si scontrano quotidianamente con decine di simultanee situazioni e compiti.

La sua diffusione in ambito informatico la si è avuta appena ci si è resi conto che lo scenario del tipico Geek, per quanto molto differente sotto il profilo “monetario” è straordinariamente simile: molti progetti da seguire, manuali da studiare, novità da gestire e documentazione da catalogare. Quindi questi metodi di organizzazione personale dedicati al contesto aziendale si sono diffusi rapidamente nel mondo del Web e nelle comunità dei bloggers, persone dai mille interessi che cercano di coniugare efficacemente i loro blog con i progetti personali, il lavoro e/o lo studio, la vita privata e i loro hobbies.

A questa pagina potete trovare il wallpaper che illustra lo schema mentale da tenere sempre sott’occhio sul vostro desktop, mentre qua potete scaricare i wallpapers nelle diverse risoluzioni (anche in versione widescreen).

Per ulteriori approfondimenti vi rimando a Wikipedia: pagina in italiano, pagina in inglese (più approfondita).





TIM: Niente più costi di ricarica

28 02 2007

Finalmente!

Con riferimento al Decreto Legge numero 7 del 31 gennaio 2007 (decreto “Bersani” sulle liberalizzazioni), a Partire dal 5 Marzo 2007 tutte le operazioni di ricarica effettuate tramite qualunque strumento (sia fisico sia elettronico) non prevederanno più il costo della ricarica, che si trasformerà interamente in traffico.

Ancora non si sa se le attuali taglie di ricariche (5, 10, 20, …) verranno modificate, ma la buona notizia è che la mia solita ricarica da 50 euro, di cui 5 di costo, dal 5 marzo mi darà 50 euro puliti di traffico.