Ne ho piene le [eco]balle

7 01 2008

Su questo blog non mi piace occuparmi troppo di politica e di problemi sociali. Il motivo? ho troppa poca esperienza per poter dire la mia, e per quanto ci provi non sono mai abbastanza informato sugli avvenimenti politici e quindi preferisco limitare al minimo i miei interventi ed evitare di fare il saputello o l’opinionista, che in giro ce ne sono già troppi…😐

Ad ogni modo Vi invito a leggere questo articolo sul Corriere e a fare le dovute riflessioni. Io mi limito a citare alcuni numerini trovati nell’articolo.

Quantità di diossina sprigionata nell’aria dai 65 cassonetti di pattume bruciati nelle rivolte di piazza a Napoli nella giornata del 5 gennaio = 9 mila microgrammi = alla quantità prodotta dall’inceneritore di Marghera in 546 giorni a pieno ritmo.

Polveri nocive prodotte da questi benedetti cassonetti = quante ne espelle il termovalorizzatore di Brescia in 441 giorni, la [quasi] stessa efficienza che avrebbe il termovalorizzatore di Acerra se il signor er Pecoraro non avesse messo la firma sullo stop ai lavori.

Netturbini: rapporto tra netturbini della Campania e della Lombardia (che ne produce a iosa di spazzatura): 25/1, per un totale di 1 netturbino ogni 300 abitanti (non si sa mai, meglio abbondare…)

34 operatori al call center (a che cosa serve non l’ho mica capito) che rispondono ad una media di 5 telefonate al mese a testa!

Vabbé, l’Italia dopo tutto è un bel paese e queste sono solo delle piccolezze su cui vale la pena di riderci sopra.


Azioni

Information

6 responses

7 01 2008
Tu_Sai_Chi

Più che ridere a me viene da piangere. Ma qualcuno vuole spiegarmi perché succedono queste cose? Probabilmente se ci fosse al governo Costantino e il Califfo la situazione sarebbe la stessa. Ma dove li troviamo i politici? Nell’ovetto Kinder?

8 01 2008
phoenix

purtroppo la situazione è pessima. il futuro è nero perchè i danni di ciò che sta accadendo oggi si sentiranno per molte generazioni…
ci vorrebbe una bella presa di coscienza da parte dei politici che sono quelli che hanno il vero potere e sono gli unici in grado di cambiare questa situazione (se lo volessero veramente).
anche io non sono un intenditore di politica, ma il mio umile parere è che non si troverà una situazione DEFINITIVA al problema. Si potrà esportare la spazzatura in paesi esteri oppure si potranno aprire delle “discariche tampone”, ma il problema si rallenta solo senza risolversi.

8 01 2008
Tu_Sai_Chi

Da quello che ho appreso da giornali e TG il problema della spazzatura è aggravato anche dai cittadini che non vogliono che siano aperte delle discariche nella loro zona. Capisco che quella di pianura nn sia a norma, ma non potrebbe essere quanto meno una soluzione tampone? E perché si oppongono anche ai termoutilizzatori? E soprattutto dove vorrebbero che fosse portata la spazzatura? Nelle altre regioni se la smaltiscono in casa. Non voglio prendermela anche con i cittadini oltre che con i politici che sono indifendibili, ma chiedo a chiunque passi su questo blog e conosca le motivazioni dei campani a spiegarmele per favore

8 01 2008
phoenix

le soluzioni “tampone” diventano definitive qui in Italia. ti promettono che sarà un qualcosa di temporaneo e poi te la ritovi per anni ed anni…

Incollo qui una risposta di un cittadino casertano (che vive a pochi chilometri da Acerra) che risponde proprio ad una persona che non capisce perchè i cittadini di Pianura rifiutano la riapertura della discarica. E’ una risposta molto importante e fa capire a tutti coloro che non vivono in Campania cosa pensano veramente i cittadini che lottano quotidianamente contro questo problema.

Chi ti dice che non vogliamo gli inceneritori ?

se non sapete le cose siete pregati di tacere.

Ne stanno costruendo uno ad Acerra dal 1998 ed ancora non pronto dopo 10 anni “forse” dal 2009 , dopo le innumerevoli interruzioni dei lavori perchè la camorra non vuole.
Anche la provincia di Salerno è disposta a costruirne uno ma chissà per quale strano motivo non gli danno il via libera.

Noi non vogliamo i siti temporanei di stoccaggio, che non hanno niente di temporaneo e mettono a serio rischio la salute degli abitanti.

In 14 anni di commissariamento ne sono stati aperti a centinaia nella nostra regione di siti come questo, le bonifiche promesse non ci sono mai state, ora BASTA con le decisioni insensate che non risolvono il problema.
I siti di stoccaggio non servono a nulla, sono 14 anni che andiamo avanti cosi.

Vogliono riaprire la discarica di Pianura dopo 11 anni , avevano promesso ai cittadini che quell’ area sarebbe stata bonificata ed ora si ritrovano ad assorbire nuovamente tutti i rifiuti della provincia di Napoli, fanno bene ad opporsi ci stanno prendendo solo in giro.

Il governo prenda in mano la situazione, sciolga il consiglio regionale, tolga il commissario per l’ emrgenza che non serve a nulla ( c’ è da 14anni !! ),e prenda decisioni serie e definitive, si adoperi per impiantare in campania un ciclo integrato dei rifiuti sano.

Ecco il punto
Io non guardo la televisione ( Mediaset e Rai ) , perchè dicono un sacco di cretinate.

IO IN CAMPANIA CI VIVO , NELLA PROVINCIA CASERTA A POCHI CHILOMETRI DALLA CITTA DI ACERRA.

Una delle aree più inquinate della campania, con il più alto tasso di persone che si ammalano di cancro e non solo, con numerosi bambini che nascono con malformazioni.
Causa rifiuti, diossina e pocherie varie.

Viverla direttamente, giorno per giorno sulla propria pelle è molto diverso dal sentito dire.

Per quanto riguarda la raccolta differenziata, si è partiti più volte. Sai cosa succedeva ?
Arrivavano i camion della spazzatura e mischiavano nuovamente tutto, roba da pazzi. Il tutto serviva solo per aumentare la Tarsu e riempire le tasche di sà chi.

La Camorra in molti la sottovalutano, non sanno nemmeno cosa significa, quali sono i suoi poteri, i suoi interessi. Ci sarebbe da strapparsi i capelli.

La colpa di tutto ciò non è assolutamente da attribuire a noi cittadini, che abbiamo subito e continuiamo a subire.

Camorra, politica chiamatela come volete la colpa è dei poteri forti, i deboli ( i campani cittadini per bene ) subiscono solamente.

Questa risposta la trovate all’ indirizzo http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20080105083844AAl6ASt

8 01 2008
Paso

grazie per la segnalazione.
Nel frattempo Prodi ha detto “entro un anno 3 termovalorizzatori”. Peccato che la realizzazione di un termovalorizzatore, fatto bene, richiede già 1 anno intero solo per la progettazione ed almeno 2 anni per la realizzazione lavorando giorno e notte quasi…
Quindi in questi 3 anni di attesa cosa facciamo? preferisco nn pensarci a quanti altri soldi spediranno giù.
Come si dice “cambieremo tutto per non cambiare niente”

8 01 2008
pdptlp

Qualche anno fa pure Genova ebbe un piccolo problema di rifiuti: volevano costruire un inceneritore sotto la Lanterna😯 . I cittadini han fatto un po’ di casino (tutto in modo pacifico) coì han cambiato luogo😀 .
Byez😆

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: