10 buoni consigli per i programmatori

12 12 2007

DElyMyth ci è già passata, io invece ho appena iniziato: ok, non sono un vero programmatore come lo si intende nel senso classico della parola, anzi per stare alla moda posso dire che sono un developer, una bella parola che riempe la bocca quando la si pronuncia😐
Quindi sono andato a ripescare tra i miei starred di Google Reader un suo simpatico post per vedere se quello che dice corrisponde alla realtà, dato che queste raccomandazioni si rivolgono a chi è appena entrato nell’ambiente (proprio come me). Vediamo un po’… :

 

  • 0000 – Farvi apprezzare e’ facile
    Presentatevi puntuali, sorridete e non fate plateali vaccate. Siate amichevoli nei confronti dei vostri colleghi e magari tenete delle caramelle o dei cioccolatini sulla scrivania (cosi’ vi si affolla di gente, sperimentato), e tutti vi apprezzeranno. [Ok, ma le caramelle me le tengo solo per me😉 ]
  • 0001 – Farsi Rispettare e’ Difficile
    Il rispetto sul lavoro e’ una cosa che ci si deve guadagnare, e nessuno rispetta il neo-collega subito.Il modo migliore per farsi rispettare e’ dimostrare di essere in grado di svolgere il lavoro bene ed entro i tempi, senza star li’ a banfare troppo sulle proprie esperienze, che, alla fine, interessano poco quando all’atto pratico si lavora male.
    [Su questo non mi posso lamentare, l’ambiente in cui lavoro è buono e poi basta sempre un tocco di umiltà e si sistema tutto]
  • 0010 – Qualunque Cosa hai Imparato in Università e’ Inutile
    Se siete studenti che puntano alla laurea e pensate che, dopo, la vita sia più semplice, avete sbagliato mestiere.
    L’informatica e’ una brutta cosa, in continuo aggiornamento, e nulla o quasi di quello che vi insegneranno all’università vi servirà (concretamente) al lavoro.Lo scoprirete presto, ma arrivare in ufficio già preparati ad imparare tonnellate di cose in poco tempo e’ utile. [sacrosantissima verità a cui mi ero già preparato psicologicamente, tant’è che il primo giorno mi sono trovato subito ad imparare ASP. NET from scratch]
  • 0011 – Non Smettete Mai di Imparare
    Chi lavora nel settore da un po’ già lo sa, e non necessita (ovviamente) di questo suggerimento (come del precedente). Ad ogni modo, presentarsi come persona che ha voglia di imparare anche se sa poco rende meglio che non presentarsi come qualcuno che sa tante cose e che pensa gli siano sufficienti. Il settore informatico e’ sempre in evoluzione, non dimenticatelo mai, e più avrete voglia di imparare più sarete competitivi sul mercato. Se vi siete stufati di studiare e non avete voglia di imparare cose nuove, cambiate mestiere, prima che sia troppo tardi.
    [infatti, altrimenti andavo a studiare letteratura greca, che almeno quella non cambia più🙂 ]
  • 0100 – La tua Vita (e la tua Morte) dipendono dal tuo Editor di Testo… Scegli con Saggezza
    Questo suggerimento non si applica ai sistemisti, almeno non in generale, ma si applica a chi deve sviluppare software. Se vi trovate male con il vostro editor, siete più o meno finiti, farete fatica a scrivere, e alla fine renderete male sul lavoro. Valutate bene che editor di testo utilizzare prima di “sposarne” uno, prima che la scelta sbagliata vi si ritorca contro.
    [su questo c’è poco da scegliere: sono un neo utente di MS Visual Stupido, così come lo chiamano in ufficio😀 ]
  • 0101 – A Nessuno Interessa il tuo Titolo di Studio
    Quello che conta, sul lavoro, e’ come lo svolgete. Se avete una laurea, bene o male, interessa a pochi, e tantomeno gli interessa il vostro voto di laurea. Magari interessa a Curriculum (letto dai responsabili delle Risorse Umane, non dai vostri colleghi), ma alla fine non serve a niente. Evitate, prima di sembrare persone che “se la tirano troppo”, di dire “ah, ma io mi sono laureato con 110 e lode!”.
    [Nelle selezioni però conta e anche molto, c’è poco da fare…]
  • 0110 – Il Silenzio non Passa Mai di Moda
    Se non sapete cosa dire, state zitti. E se la gente vi esclude dalle conversazioni, fregatevene. Prima o poi vi verranno comunque a cercare, e allora potrete parlarci. Farsi degli amici richiede tempo.
    [come sempre, per ogni cosa c’è il suo momento giusto, senza correre]
  • 0111 – Incontrerai Persone Strane e Antipatiche, Fattene una Ragione
    Come in ogni posto, anche sul lavoro si incontrano persone di varia natura, simpatiche e antipatiche. Il problema sono le persone antipatiche. Il problema e’ il Mobbing (ad esempio). Cose che capitano, sempre, in ogni ambiente, e quindi anche sul lavoro. Non potete farci niente se non cercare di non inimicarvi troppo i colleghi. Siete l’ultimo arrivato, se non piacete agli altri (che non e’ detto debbano amarvi per forza, anzi…) la cosa potrebbe essere un problema (vi renderanno la vita difficile). Fatevene una ragione.
  • 1000 – Fatevi Amici nell’IT
    Questo si applica ai sistemisti solo nelle grandi aziende, dove non sono i sistemisti a scegliersi l’Hardware. Ad ogni modo, se hai amici tra quelli che allocano i computer, riuscirai ad avere un mouse ottico quando gli altri hanno ancora quello “con la palla”, piuttosto che un monitor LCD… Insomma, e’ sempre utile avere le amicizie nel posto giusto.
    [Lasciamo stare… avevo il mio bel lcd da 19″ e me l’hanno tolto subito alla 3° settimana😥 vabbé mi accontento anche del 17″ che mi hanno rifilato🙂 ]
  • 1001 – Non Sfuggirai Mai alle Politiche da Ufficio
    Se siete l’ultima ruota del carro, la cosa vi riguarda poco, fate solo il vostro lavoro. Ma se avete un incarico di responsabilita’, andra’ a finire che dovrete fare scelte spesso scomode. Si chiama politica ed e’ una realta’ anche negli uffici (ovunque ci sia una gerarchia), non se ne può sfuggire.
    [al momento non mi tange.]

Bene, ci sono altri programmatori junior o senior che hanno vissuto queste esperienze? avete altro da aggiungere? magari qualche altro accorgimento può far comodo anche a me😉

[Fonte: DElyMyth – /dev/null]

Tag Technorati: , ,


Azioni

Information

4 responses

13 12 2007
artgatt

Parole sante😛 !!!

Alcune di queste esperienze le ho vissute in prima persona😛

13 12 2007
phoenix

In generale concordo su tutti i punti. Però io sinceramente do molto importanza a:
1) fare il tuo lavoro in maniera precisa e soprattutto in tempo
2) essere una persona “aperta” e socievole. E’ importante per creare gruppo con i tuoi colleghi
3) non avere “la puzza sotto al naso”. Bisogna essere sempre umili per guadagnare rispetto

Poi il resto viene da sè…

Egregio, Esimio e Illustrissimo professor Phoenix
Dipartimento di meccatronica avanzata dell’ Università degli Studi del Saskatchewan.🙂

15 12 2007
lukewebsurfer

Non sono 10 consigli… sono 1010 utili consigli !🙂

17 12 2007
Tu_Sai_Chi

Purtroppo lavoro da poco e non tutta questa esperienza da offrirti, però posso dire a tutti i tuoi lettori che è davvero difficile abituarsi a lavorare con gente antipatica (e che tendenzialmente è molto superiore a te in quanto a gerarchia…..), ogni volta che mi trovo faccia a faccia con quei colleghi devo stamparmi il sorriso per non mandarli a quel paese

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: