Come installare, partizionare, formattare e montare all’avvio un nuovo Hard disk interno su Linux

5 12 2007

Questa guida è indicata a tutti gli utenti di qualsiasi distribuzione GNU/Linux in quanto l’intera procedura avviene utilizzando esclusivamente il terminale. Qualche settimana fa ci sono state parecchie discussioni anche troppo animate sul fatto che il terminale sia da relegare ad un mero accessorio secondario o addirittura da abolire, secondo delle ragioni che, IMHO, non stanno in piedi o almeno si reggono a fatica. C’è chi oltre a [s]parlare si propone attivamente, ed è apprezzabile, mentre c’è chi invece dà una perfetta, chiara e pulita spiegazione di come stanno le cose che spiazza (quasi) tutti. Pensatela come volete ma il terminale resta uno strumento insostituibile proprio per il fatto che trascende (con le dovute eccezioni) qualsiasi ambiente grafico e personalizzazione delle migliaia di distribuzioni esistenti. Immaginate solo a quanto sarebbe stato impegnativo fare questa, o qualsiasi altra guida utilizzando le interfacce grafiche: avrei dovuto fare la versione diversa a seconda del Desktop Enviroment, avrei dovuto fare qualche distinguo a seconda della distro, e altre menate varie. Bando alle ciancie e iniziamo la guida!

Avendo recentemente installato un secondo hard disk (l’avete mai visto nudo ?😀 ) sulla mia linux-box ho dovuto preparare il disco affinché fosse utilizzabile sotto la mia Kubuntu. D’ora in avanti userò il termine generico linux per indicare qualsiasi distro usata. Iniziamo a vedere se linux vede il disco nuovo:
sudo fdisk -l

dovreste vedere un output simile a questo:

    Disk /dev/sda: 203.9 GB, 203928109056 bytes
    255 heads, 63 sectors/track, 24792 cylinders
    Units = cilindri of 16065 * 512 = 8225280 bytes

Dispositivo Boot      Start         End         Blocks     d   System
/dev/sda1   *             1         5099       40957686    7     HPFS/NTFS
...
/dev/sda6                 21921     22834      7341673+    83    Linux

    Disk /dev/sdb: 160.0 GB, 160041885696 bytes
    255 heads, 63 sectors/track, 19457 cylinders
    Units = cilindri of 16065 * 512 = 8225280 bytes

    Dispositivo Boot      Start         End      Blocks   Id  System

Questo output indica che ci ha riconosciuto 2 dischi, quello già esistente (sda), con tutte le sue partizioni (non le ho messe tutte), e quello nuovo (sdb) che non ha partizioni, giustamente. Ora dobbiamo creare la partizione sul disco. Qui ognugno è libero di partizionare secondo le sue esigenze, io per semplicità creo un’unica partizione linux con file system ext3.

Partizioniamo:
sudo fdisk /dev/sdb
ove sdb è l’identificativo del nostro disco nuovo, quello che viene indicato dal comando precedente. Ci chiede di inserire un comando, diamo m per avere sotto mano una guida. Come vedete dobbiamo aggiungere una nuova partizione quindi diamo il comando n (aggiunta di una nuova partizione). Supponendo di dover creare una partizione primaria ora digitiamo p (partizione primaria) e diamo invio alle richieste seguenti (vengono usati i valori di default). Ecco come si presente l’output alla console:

    Comando (m per richiamare la guida): n
    Azione comando
        e   estesa
        p   partizione primaria (1-4)
    p
    Numero della partizione (1-4): 1
    Primo cilindro (1-19457, default 1):
    Using default value 1
    Ultimo cilindro o +size o +sizeM o +sizeK (1-19457, default 19457):
    Using default value 19457

Se siamo sicuri di aver creato le partizioni giuste possiamo dare il via alla scrittura della tabella delle partizioni dando il comando w (write). Ora dobbiamo controlliamo che sia filato tutto liscio:
sudo fdisk -l
e sul secondo disco apparirà una riga simile a questa:

    Dispositivo Boot      Start         End      Blocks     Id  System
    /dev/sdb1               1       19457       156288321   83   Linux

Bene ora possiamo formattare la partizione indicandone il nome (sdb1):

sudo mkfs.ext3 /dev/sdb1
Ora il disco è pronto, ma dobbiamo ancora eseguire qualche passaggio per poterlo usare. prima di tutto dobbiamo montarlo automaticamente all’avvio. Creiamo la cartella in cui montare il disco:

sudo mkdir /media/newHD

Ovviamente al posto di newHD possiamo metterci il nome che più ci piace per identificare il nuovo disco. Ora editiamo il file fstab: potete usare qualsiasi editor (kate, gedit,…), io uso per semplicità nano, voi scegliete quello che volete sostituendo la parola nano con il vostro editor preferito. Fate prima una copia di sicurezza:

sudo cp /etc/fstab /etc/fstab.backup
editate il file
sudo nano /etc/fstab

ed in fondo al file aggiungete queste 2 righe (leggete qui per le opzioni):

# disco nuovo
/dev/sdb1       /media/newHD    ext3    rw,defaults     0       0

salvate, uscite e date dal comando:

sudo mount -a
sudo cat /etc/mtab

il primo comando monta il disco nella cartella newHD mentre il secondo ci serve per controllare che sia stato effettivamente montato come da noi indicato. Ci rimane da dare i permessi di scrittura e lettura (anche qui ci sono mille alternative, vi posto quella che uso io):

sudo chgrp plugdev /media/newHD/
sudo chmod g+w /media/newHD/

controlliamo di avere i permessi giusti:
ls -l /media/newHD
dobbiamo avere questi permessi:

drwxrwxr-x  3 root plugdev  4096 2007-10-24 13:08 newHD

That’s all folks!

NB: mi sono accorto, prima di pubblicare questo articolo, che il mio amico phoenix sta lavorando egregiamente sullo stesso argomento, in particolare sulle partizioni e il comando fsidk. Internet è bello anche per queste piccole cose: si possono trovare fonti diverse che trattano lo stesso argomento, ma ognuna di queste fonti lo fa a modo suo, con il suo stile personale (e non postando a fotocopia le solite notizie sul DE più discusso in questi mesi). Quindi Vi consiglio di leggere i suoi post che trattano questo argomento in modo tale che l’unione delle mie e delle sue letture possano aumentare la vostra conoscenza in questo campo. I primi due articoli spiegano il concetto delle partizioni, mentre il terzo link è una guida sufficientemente esaustiva sul comando fdisk che io ho trattato limitatamente per non appesantire questa guida:

http://vitedigitali.blogspot.com/2007/11/come-partizionare-l-hard-disk-per-linux.html
http://vitedigitali.blogspot.com/2007/12/come-partizionare-l-hard-disk-per-linux.html
http://vitedigitali.blogspot.com/2007/11/come-partizionare-l-hard-disk-per-linux_30.html

Tag Technorati: , , , , ,


Azioni

Information

28 responses

5 12 2007
lillipuziano

Ecco, giusto per riprendere la palla al balzo, ecco una proposta intelligente su come fare lo stesso a colpi di mouse (lo scrivo a beneficio di coloro che si accostano a linux per la prima volta e potrebbero pensare che l’unico modo sia il terminale):

– installare partition editor o qtparted (da synatic, adept, o qualsiasi altro gestore di pacchetti;
– aprire il programma;
– selezionare la nuova unità (interna o esterna)
– utilizzare i menù per creare partizioni primarie, estese, formattare etc etc.

5 07 2009
thunder71

@lillipuziano
se uno usa un desktop manager differente dai classici Kde o Gnome, il tuo consiglio risulterebbe persino sbagliato:
qtparted usa le librerie qt, se usi gnome e vuoi installare sto programma ti devi trascinare dietro anche le relative librerie, mentre invece utilizzando fdisk, risulta non solo meno ingombrante dei vari tool grafici, ma essendo gia installando di default pressochè in tutte le distro, anche meno dispendioso in termini di performance, e personalmente parlando lo preferisco a tutti i vari tool grafici esistenti (opinione personale)
Magari gia’ sapevi questa cosa, ma essendo questo un post dedicato a chi linux lo conosce poco, (dubito che uno “smanettone” non è a conoscenza di come partizionare un HD) mi sembrava utile specificare questa cosa.

@Paso
la mia maestra di francese impallidirebbe
senza offesa, si dice mercì beaucoup :p

5 12 2007
Paso

@lillipuziano: ok installare ed usare gparted è solo il primo passo, poi bisognerebbe spiegare anche come si fanno le partizioni, bisogna dare i permessi, creare la directory ed infine fare il mount automatico all’avvio.

Cmq grazie per essere passato e per le info, ciao🙂

5 12 2007
phoenix

ciao Paso,
articolo ottimo e molto pulito. Sicuramente è più pulito del mio nel senso che il tuo è organizzato meglio.

Comunque, nel mio post alla fine non ho messo il link al tuo blog perchè non avevi ancora pubblicato l’ articolo e quindi non potevo fare il link. Ora vado ad aggiornare l’ articolo ed inserisco un collegamento…

bye

5 12 2007
Paso

@phoenix: merci bocu

10 12 2007
Paolo

Grazie. Con QTparted non ne venivamo a capo, mentre con i tuoi consigli abbiamo sistemato il secondo hard disk in cinque minuti

11 12 2007
Paso

@Paolo: prego, sono contento che la guida sia stata utile a qualcuno😉

1 03 2008
11 05 2008
marco

Ciao innanzi tutto complimenti per la guida ..molto esauriente.

Pero ho un problema di permessi ho seguito il tuo esempio facendo con il CHMOD” ma non riesco a cambiarli mi rimangono solo cosi:
drwx—— 2 root root 16384 2008-05-11 00:45

vorrei modificare i file anche dalla rete con un utente nominato ubuntu

mi puoi aiutare???

11 05 2008
Paso

ciao marco,
il comando chmod con i parametri come da me scritti funziona se gli viene assegnato prima il gruppo. Assicurati di aver eseguito prima il comando chgrp come ho fatto io e poi riprova con chmod. ricorda che i comandi vanno eseguiti con i privilegi di root quindi devi usare il prefisso sudo.
se vuoi usare parametri diversi dai miei per chmod prova a dare un’occhiata a questo link: http://catcode.com/teachmod/
in particolare alla pagina “chmod example”.
Ciao

14 05 2008
marco

tutto risolto ti ringrazio per l’aiuto…..ora funziona
però quando vado a mettere file dalla rete attraverso il mio portatile con montato windows questi sono sempre e solo in lettura …è possibile cambiare questa cosa??

cmq grazie ancora

CIAO!!

15 05 2008
Paso

si, si può cambiare. Si tratta di dare i permessi di scrittura all’utente sulle cartelle condivise. Per questo però ti consiglio di fare una ricerca nel forum di ubuntu dove puoi trovare più informazioni ( http://forum.ubuntu-it.org/ )

11 06 2008
Max

Ciao, io dovrei spostare tutta la directory dei LOG di sistema dall’attuale posizione ad una partizione nuova, puoi darmi qualche consiglio su come procedere? thz

11 06 2008
Paso

Ciao Max:
ti consiglio di seguire questi 2 link e non dovresti incontrare grosse difficoltà:
https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/2007-February/019203.html e segui tutta la discussione del thread
oppure dai un’occhiata a questo forum:
http://www.debianitalia.org/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=3718&forum=1&post_id=19838

Ciao

4 08 2008
Raffaela

Ciao Paso🙂
un aiuto, se puoi, uso ubunto da due settimane…. sono meno che zero!
Ho seguito le tue indicazioni e direi tutto ok, solo che alla verifica dei permessi mi appare questo:
drwx—— 3 root root 16384 2008-08-03 19:37 lost+found
che è ben diverso da quello che hai scritto tu!
Giuro che io quel Lost+found non l’ho creato
Suggerimenti?
Grazie
Raffaela

4 08 2008
Paso

Ciao Raffaela,
non ti preoccupare. Si tratta di una cartella che viene creata di default su ogni partizione Linux e che può servire in caso di file danneggiati o simili. In situazioni normali la cartella deve essere vuota ed è accessibile solo con i permessi di root. maggiori info qui: http://tldp.org/LDP/Linux-Filesystem-Hierarchy/html/lostfound.html
Se fai caso la stessa cartella la ritrovi anche sulla partizione di root.

Ciao🙂

4 08 2008
Raffaela

Paso grazie per l’attenzione🙂
Ok per quanto mi hai detto.
Rimane tuttavia un problema fondamentale:
come dire… non mi appare da nessuna parte il disco che ho montato.
Puoi ancora aiutarmi?
CiaoCiao
Raffaela

5 08 2008
Paso

puoi fare le seguenti prove. assicurati che nel file /etc/fstab ci sia la stringa relativa al nuovo disco, poi prova a vedere se è stato montato:
cat /etc/mtab
se trovi il tuo disco (che sarà qualcosa tipo /dev/sdb1) allora è montato correttamente, altrimenti digita
sudo mount -a
e ricontrolla.
In alternativa, prova ad accedere al disco da Nautilus: se riesci a creare un file dentro il disco allora è tutto ok.
Cmq il fatto che nel tuo precedente messaggio mi hai detto che hai trovato la cartella lost+found vuol già dire che il disco è stato montato correttamente almeno una volta.

se hai ancora problemi scrivimi.

Ciao

6 08 2008
Raffaela

Ciao Paso🙂
Ok risolto tutto!
Grazie …. di tutto!😉
CiaoCiao
Raffaela

6 08 2008
Paso

ottimo😉

Ciao

20 08 2008
SixV1c10uS

Bello e bravo🙂

Solo una domanda, non per criticare ma per conoscenza, ottengo lo stesso risultato a dare:
sudo chmod 777 /media/newHD/

invece che:
sudo chgrp plugdev /media/newHD/
sudo chmod g+w /media/newHD/

giusto??

21 08 2008
Paso

@SixV1c10us:
Ciao,
con il comando
sudo chmod 777 /media/newHD/
dai tutti i permessi (scrittura, lettura, esecuzione) a tutti (owner, gruppo, altri). è di sicuro il più veloce, ma potenzialmente il più pericoloso in alcuni contesti (non di certo in ambito domestico🙂 )
con i 2 comandi che ho usato io, ho dato un significato diverso:
prima gli dico che il disco appartiene al gruppo plugdev, poi do’ i permessi di scrittura a solo quel gruppo e non anche ad “altri”. è una soluzione leggermente più elegante, ma ripeto per una soluzione “in casa” ognuna delle due va più che bene.😉

Ciao

24 04 2009
panta

Ciao, avrei la necessità di installare un nuovo hd ma vorrei sapere se formattandolo in ext3 posso salvare file superiori a 4gb. Dico questo perchè provando su un hd esterno formattato in ntfs quando i file andavano oltre i 4gb lui si fermava appunto a 4gb. Avendo dei filmati amatoriali in mpeg che acquisisco tramite scheda tv riesco ad avere anche file di 8-10 gb.
Andrea

22 11 2009
Franchini

Sei un grande senza la tua guida non avrei saputo come fare

franchini

5 01 2010
nico

Grazie mille, ottimi consigli e ottima guida !!nicol

6 10 2010
marco

Sei Fantastico!!!!!

1 08 2014
Johne545

obviously like your website but you have to check the spelling on several of your posts. Several of them are rife with spelling problems and I find it very bothersome to tell the truth nevertheless Ill definitely come back again. gakfafdkcgbe

18 08 2014
carlo

Complimenti per questa ottima guida.

Credo di aver fatto tutto come hai spiegato.
Ho un problema con i diritti:

drwx—— 2 root root 16384 ago 18 16:06 lost+found

il disco lo vedo, ma non posso scriverci dentro.

Mi puoi aiutare?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: