Commentare o no? il dilemma dell’era 2.0

2 10 2007

Si parla tanto di Web 2.0 e della nuova comunicazione che Internet ci rende disponibile. Si tratta di una forma di comunicazione attiva, ove l’utente può contribuire attivamente commentando qua e là sui blog, scrivendo sui social network e sui forum, dando una mano alle numerose comunità online (un esempio per tutti: i wiki). Tutto ciò da molto più senso al navigare quotidiano, un piccolo flusso di byte di parole in upload che contrasta l’enorme flusso di download della nostra ADSL. Per qualsiasi blogger (me compreso) ricevere commenti dai propri lettori è un gesto apprezzatissimo che ne aumenta la propria autostima (a volte troppo ne!) e la voglia di continuare e a dare il meglio della propria maestria nell’arte del bloggista.

Delle potenzialità del web 2.0 ne ha parlato egregiamente Antonio Troise in un suo approfondito articolo sul blog Levysoft che Vi invito a leggere. Tra le tante questioni sollevate nelle sue riflessioni e nei commenti al suo post, vi è il dibattito aperto sul fatto che il rapporto tra lettori e commentatori è eccessivamente alto, ovvero poche persone commentano e quasi sempre chi lo fa è un blogger, e ciò contribuisce ad aumentare quel fenomeno chiamato autoreferenzialità.
É vero, si commenta poco oppure si commenta solo su pochi blog. Purtroppo questa è la realtà e credo che sarà sempre così per una serie di motivi:

  1. Caso base (assai diffuso): “Io leggo quello che voglio e non me ne frega una beata cippa di commentare”: questi sono i veri e propri Lurker;
  2. è molto più facile limitarsi a leggere passivamente e a non commentare; anzi io credo che ogni persona che legge un blog commenta, ma nella propria mente, col pensiero, e non si mette a commutare le proprie idee in parole scritte digitanto sulla tastiera;
  3. Spesso non si sa cosa dire: un conto è commentare nella propria mente, un altro è scrivere qualcosa che leggeranno poi tutti; si vuole scrivere qualcosa di utile o di sensato e si vuole evitare di essere banali altrimenti sembrano dei puri commenti di spam stile “nice blog“;
  4. Capita che anche quando si ha qualcosa da dire, qualcuno lo ha già fatto prima di te anticipandoti e quindi lasci perdere; oppure un caso simile: ci sono così tanti commenti su un dato post che il lettore ritiene inutile aggiungere una sua opinione;
  5. Se leggere richiede un po’ di tempo, commentare molto di più. E il tempo è denaro e ciò basta come scusa;
  6. A volte si è disincentivati a commentare: lasciare nome, url, mail e a volte anche il captcha fanno passare in fretta la voglia di scrivere qualcosa;
  7. e questo è il mio caso nella maggior parte delle situazioni: io leggo via feed attualmente 109 blog di cui la maggior parte in lingua italiana, ed oltre a questi di tanto in tanto faccio visita ad altre decine di blog presenti nel segnalibri di Firefox; se per leggere una tale quantità di informazioni mi richiede già X ore settimanali, lasciare un commento su ogni blog diverso e per almeno una quota anche solo del 15% dei post letti mi richiederebbe un tempo pari a 2^X! Si fa in fretta: pensate solo al fatto che leggete il post sull’aggregatore, nel mio caso Google Reader, poi se volete commentare dovete aprire la pagina su quel blog, aspettare che si carichi, leggere i commenti già presenti per evitare di scrivere cose già dette, riempire la form per la tua identificazione (per modo di dire) e come ciliegina sulla torta (facoltativo) ricordarsi della pagina in cui hai scritto per vedere se il blogger/lettore di turno ti ha risposto, ringraziato, tirato in ballo, frainteso le tue parole, bannato, flammato e/o insultato, e così via.

Quindi mi autodenuncio pubblicamente: sono un Luerker ogm, che legge tanto ma commenta poco. Se vengo sul vostro blog (e lo vedete con Mybloglog, per chi lo usa) e non commento non abbiatene male, cercate di capirmi😉
Appena trovo tempo e voglia potrei creare una pagina in cui elenco tutti i siti a cui sono abbonato così saprete chi è quel bastardo che fa numero sul contatore di feedburner ma che non commenta mai😆

Tornando al nocciolo della questione, secondo Voi le giustificazioni date sono sufficienti o è necessario aggiungere un 8° punto?
In quali punti vi identificate?

Ecco tanto per rimanere in tema questo è un post aperto, in cui si invitano i lettori ad esprimersi. E come tutti i blogger, sarò felice di ricevere i tanto amati e desiderati commenti.🙂

Tag Technorati: , , ,


Azioni

Information

27 responses

2 10 2007
Michael Montanari

Allora posso definirmi un luerker ogm anche io, leggo leggo, ma a volte il tempo o il passare dal reader alla pagina “reale” mi fanno perdere la voglia di commentare, anche se quando riesco lo faccio!
Forse bisognerebbe implementare nel reader di turno qualcosa che dia la possibilità di commentare direttamente da lì..

3 10 2007
Tu_Sai_Chi

Io mi riconosco nei punti 2,3 e 5. Spesso non c’è proprio la voglia di commentare le notizie perchè o sono di pura informazione (è uscito il nuovo sw XYZ) o perchè sono cavolate su cui farci 4 risate. Invece i post simili a questo che creano un dibattito, a mio avviso incentivano maggiormante la voglia di commentare per esprimere le proprie idee a riguardo. L’altro motivo che mi spinge a commetare su questo blog è che sei il mio compagno di tesi e minacci di togliermi il saluto se non lo faccio🙂

3 10 2007
Paso

@Michael: Giusto, ci vorrebbe questa funzionalità su G reader, ma credo che nn sia molto semplice da implementare…

@Pes:😆 più commenti più accumuli punti fragola! poi te lo do io il premio…😀

3 10 2007
Tu_Sai_Chi

@Paso: non vorrei essere sempre io a pensare male, ma la tua frase è quanto meno ambigua, vorrei una tua spiegazione prima di decidere di non commentare più per non accumulare punti. E poi io voglio la radiosveglia, quanti punti servono?

3 10 2007
luigibio

allora sei tu nel mio contatore feedburner?🙂
scherzo, ma anche io commento l’1% di quello che leggo, il tempo purtroppo è sempre troppo poco e poi bisonga anche dire che forse solo il 10% dei commenti è la discussione costruttiva che anima i blog, il resto è tutta fuffa.
saluti luigibio

3 10 2007
Paso

@Pes: già… scritta così suona male. Preparerò il catalogo premi… 1° premio: vinci un viaggio a Domodossola!😀

@luigibio: già, io ti seguo via feed, ma come ben vedi lascio poche “tracce” sul tuo blog😉
É vero anche il tuo ragionamento, a volte pochi commenti valgono di più di decine di frasi inutili.
Ciao

3 10 2007
gishell

@Paso: se il primo premio è quello voglio il secondo ! Cos’è?

In generale in effetti il vero problema di quello che scrivi a pare mio è quello che dice anhe Micheal, ovvero ormai la gente usa spesso degli aggregatori e quindi per commentare devi ANDARE sul sito / blog originale.
Io poi commento davvero poco anche perchè i blog che seguo sono prinipalmente di news o tecnici percui c’è poco da commentare spesso.
Cmq vi segnalo uno strumento che dovrebbe nascere fra un pò e risolverà gran parte di questi problemi, o perlomeno quello è il suo intento. Ne avevo sentito parlare tempo fa e ora sono andato a riprenderlo, tenetelo d’occhio😉

Socialstream

ovviamente è roba google😉

Ciao e alla prossima

3 10 2007
Paso

grazie gishell per il link… interessante!

3 10 2007
no1globe

Bè diciamo che per me è complesso identificarmi in un punto… vediamo…

Di solito non vado alla scoperta di Blog…ma sono gli altri che mi trovano (allora faccio un saltino nel loro…come è successo a te 🙂 )… se poi si aggiunge al mio Blogroll allora non perdo tempo, anzi mi obbligo a commentare 😀

Molte volte pero’ non commento, cio’ avviene perchè non so’ cosa dire!
Se mi salta in mente qualcosa allora commento lo stesso, magari in parte, dato che i miei commenti sono di solito esageratamente lunghi:mrgreen: e mal scritti.

Byez! :mrgreen:

3 10 2007
Chris

Io leggo via feed quindi mi riconosco nel punto 7. Sono d’accordo con un tuo lettore sopra: per commentare bisogna sentirsi invogliati prima di tutto e quindi servono post che suscitino il dibattito. Di avere tanti commenti non mi interessa,piuttosto formare una cerchia di persone che condividano i miei interessi e che si possa scambiare informazioni. Saluti!

3 10 2007
Paso

@no1globe: “mi obbligo a commentare”😀 bella questa!
I tuoi commenti sono sempre chiarissimi🙂

@Chris: giusto, in effetti nei miei punti non ho ben evidenziato il fatto che si commenta solo su post ritenuti interessanti per il lettore.
Grazie per la visita!😉

Ciao

3 10 2007
Tekno DMNK

Ciao!
Quest’intervento mi è piaciuto particolarmente… complimenti!😀 Sinceramente non so in quale categoria immettermi… sono uno che legge molto ma commenta poco, e forse mi ritrovo in 4-5 delle tue categorie… Anzi, azzardo un’ipotesi: penso che ognuno di noi si possa trovare in ognuna delle categorie da te citate almeno una volta, a seconda dei casi, del momento della lettura (spesso fugace prima di andare all’università :D) e anche a seconda del blog, perché no!

3 10 2007
Paso

Grazie!
si, ormai abbiamo constatato che c’è almeno un punto che ci rappresenta.
Di sicuro, commentare dipende molto dal blog che stiamo leggendo… su questo non ci piove!🙂

Ciao

4 10 2007
phoenix

Prima di tutto complimenti per il post (non ti montare la testa 😀 )

Secondo me tutti i punti che hai elencato sono corretti, però credo che la mancanza di commenti sia dovuta principalmente ad una sorta di avidità di conoscenza delle persone: molte persone vogliono avere informazioni, guide, scoperte, recensioni ma non vogliono dare in cambio il loro commento perchè in questo modo loro hanno ottenuto qualcosa ma non hanno dato nulla in cambio. Credo che se un blogger ti offre gratuitamente una sua conoscenza, tu lettore potresti almeno commentare ringraziandolo.

forse mi sbaglio, però credo che il rapporto tra blogger e lettore sarebbe incredibilmente bello se fosse basato sul DO UT DES. Il blogger ti da la sua cononscenza ed il lettore da la sua partecipazione attiva commentando.

4 10 2007
Paso

sto ricevendo già troppi complimenti e commenti… il mio alter ego è alle stelle ormai😀

Cmq grazie. Quello che hai detto potrebbe benissimo trasformarsi nell’8° punto della lista. In fin dei conti commentare è quasi come dire grazie, però è anche vero che non posso mettermi a ringraziare tutti🙂

Ed inoltre ogni commento può aggiungere informazioni, conoscenza, curiosità, segnalazioni (vedi gishell) e così via.

La mia massima di oggi è:😉
I commenti sono il vero valore aggiunto di ogni blog, così come nei forum.. che senso avrebbe un forum senza thread aperti?

Ciao

4 10 2007
Lazza

Non ho letto gli altri commenti.
Ciò premesso, è da dire😀 che per questo io trovo assolutamente sbagliato leggere i post in un reader, senza aprire la pagina del post. Io uso un aggregatore, ma quando devo leggere un post ne apro la pagina originale, la trovo una forma di rispetto.

4 10 2007
annarita

Io leggo abbastanza via feed, ma non riesco a non commentare. Quindi vado sempre o quasi sempre sul blog che leggo a lasciare un commento, se il post mi stimola. E’ vero il commentare fa spendere energie e infatti faccio sempre notte fonda tra tutte le attività che ho a mezzo, incluso il blogging.

Ma credo nello scambio e nell’interazione, che, a mio avviso, sono o dovrebbero essere il sale del blogging.

4 10 2007
Paso

@lazza: io a volte apro la pagina a volte no perché ci vuole troppo tempo ad aprire ogni blog che leggo.

@annarita: concordo sul sale del blogging

Ciao

5 10 2007
Levysoft » L’Era dei Commenti 2.0: proposte per rivoluzionare il modo di commentare sui blog con l’inserimento dei commenti via feed reader con XForms e l’uso dei commenti vocali con Flash

[…] e incentivare l’uso dei commenti, Paso ha scritto un bel post sul dilemma dell’era 2.0: commentare o non commentare?. Devo dire che alcune sue argomentazioni mi hanno fatto pensare e mi hanno dato qualche spunto […]

18 10 2007
NO computer?.. NO life! « Volume

[…] assicurato, come ho gia’ detto (e io non mi rimangio la parola) in un commento su un post di Paso (ovvero: “…mi obbligo a […]

18 10 2007
Sleeping

Oltre al fatto di non commentare perché non si sa cosa dire o si vuol cercare di dire cose intelligenti e poco banali, c’è anche il fatto che nei blog più grandi si commenta, ma il commento (per quanto interessante) passa sempre inosservato e il gestore del blog non si curerà mai di rispondere… Io in genere commento quasi sempre, soprattutto sui blog più piccoli, perché so quanto è bello ricevere un commento, quando si ha un blog poco conosciuto.
E soprattutto rispondo sempre ai commenti che ricevo sul mio🙂 … Lo trovo come minimo una questione di rispetto verso chi commenta ed è anche una forma di ringraziamento, anche se magari chi ha commentato non leggerà la risposta perché era solo di passaggio….
🙂

18 10 2007
Paso

concordo. Io ormai come si sa commento molto poco ma quelle volte che lo faccio lo lascio sempre sui blog caserecci o meno noti perché ritengo inutile o quasi lasciare commenti in grossi blog di successo dove si fa la corsa a scrivere anche 2 cazzatine solo per essere tra i primi 5 commentatori e come dice tu, dove difficilmente il blogger avrà tempo e/o voglia di spararsi decine e decine di commenti al giorno.

Grazie e ciao!🙂

12 02 2008
linux4life

Anche io penso che lasciare un commento, in particolare sui blog meno noti, sia una forma di ringraziamento verso l’autore per dimostrare che il suo post è stato utile. Per questo motivo spesso anche io faccio come no1globe e mi “costringo a commentare” (credo che in fondo ognuno di noi abbia il suo “lato lurker”) nel senso che mi sforzo di scrivere un commento. Se non so cosa scrivere esprimo qualche parola di ringraziamento all’autore per aver scritto un post che ho trovato utile.

13 02 2008
Paso

beh vedo che sei molto attivo nei commenti e di questo ti ringrazio🙂
e cmq concordo sul fatto che è molto meglio lasciare i commenti sui blog meno noti perché sono molto più apprezzati😉

13 07 2008
Andrea "feynman82"

Molto molto bello questo post. Anche io avevo fatto una catalogazione dei bloggers, ma solo di quelli che lasciano un commento: http://andreamacco.wordpress.com/guestbook/

Personalmente non leggo così tanti blog – seppur solo in feed – come fai tu. Mi piace girare, ma poi seleziono quei blog dove trovo contenuti validi o d’interesse e li salvo nei preferiti. E periodicamente ci torno. Visitati giornalmente ce ne sono al massimo 5-6, altri li visito settimanalmente, anche perchè di solito nei blg esono un paio di nuovi post alla settimana, raramente di più.
Solo se mi interessa una conversazione o sono in attesa di una risposta o c’è un dibattito in corso seguo più assiduamente un blog.

La lista dei preferiti, dirai, non aumeta a dismisura? Non molto, periodicamente faccio pulizia di quei blog che non stan più combinando molto o che son passati nella tiepidezza…

Infine, che dire?
Se leggerete la pagina che ho scritto sui commentatori, io spero di essere tra quelli che lasciano una buona bottiglia di vino.
Se cosi ora non è stato, me ne scuso e vi do appuntamento al prossimo aperitivo🙂

Andrea

13 07 2008
Paso

eh io invece con i blog mi sono lasciato prendere la mano… ormai ho superato le centinaia di feeds e devo “impegnarmi” per non aumentare a dismisura. Poi ovvio che questo ha il rovescio della medaglia… tra cui diventare un Lurker😀

ho letto la tua pagina, beh che dire sei un gran signore🙂

Ciao

13 07 2008
Andrea "feynman82"

Grazie mille del complimento!🙂
attento a non fare indigestione di feed… se no altro che ammazzacaffè!😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: