TuxFeed.it: bello ma imho…

10 09 2007

TuxFeed.it è senza dubbio una delle migliori iniziative nate recentemente nella blogosfera italiana per la divulgazione unificata sotto un unico sito di news e articoli sul mondo GNU/Linux. Il progetto, realizzato da Alessandro Pagano e Leonardo Racanelli, ha avuto subito successo: lo dimostrano le oltre 700 sottoscrizioni al loro feed e le richieste di adesione nel loro aggregatore.

Non avendo giustamente i “requisiti” necessari per essere inserito tra le fonti mi sono limitato ad inserire il feed nel mio amato Google Reader. L’impressione nelle prime settimane di utilizzo è stata ottima: sono venuto a conoscenza di decine e decine di nuovi blog, alcuni dei quali davvero ben scritti e che sono subito entrati nel mio lettore. La mole di informazioni messa a disposizione da TuxFeed è davvero notevole: ogni giorno si trovano notizie fresche, approfondimenti, tutorial, post personali sulla vita privata degli autori e sul + e del – … ehi aspetta un attimo, ma non dovrebbero esserci articoli dedicati solo al pinguino?😕

Già, infatti il problema è proprio questo. Tra tutti gli articoli di qualità ci si ritrova spesso a leggere cosa ha fatto tizio nel weekend, dove è andato in vacanza, i suoi problemi con il suo hard-disk, col suo gatto e così via. Ma a me che me ne frega dei fattacci Vostri e delle Vostre grane che ne ho già abbastanza per conto mio?

Ora io non voglio mettere in discussione l’operato degli autori di TuxFeed e dei blog che vi partecipano e non ho nemmeno idea di come funzioni questo aggregatore, ma la mia domanda stupida è questa: non è possibile obbligare i blogger ad utilizzare esclusivamente un tag/categoria dedicata solamente per la pubblicazione degli articoli du TuxFeed? Che ne so, usare un tag “TuxFeed” solo quando si vuole che i propri articoli siano visibili sull’aggregatore nazionale?
Ripeto, non sono espero del settore quindi non so se questo sia possibile o meno, ma se lo fosse sarebbe una gran cosa e ci guadagnamo tutti con contenuti di qualità e pertinenti.

Un altro episodio mi ha lasciato perplesso sull’efficacia di questo sito. Quando è uscita la notizia che annunciava il nome in codice della prossima versione di Ubuntu mi sono ritrovato, così come tutti coloro che usufruiscono di questo servizio, una ridondanza spaventosa degli articoli di blogger che si facevano la rincorsa a chi pubblicava per primo questa importantissima, magnifica, straordinaria, urgentissima notiziona che non faceva dormire sonni tranquilli a milioni di italiani immagino.😐
Comunque questa non è certo una colpa di Aleko e Nardin ma è una naturale conseguenza della divulgazione dell’informazione nella frammentata blogsfera italiana che rispecchia esattamente quanto avviene nel mondo dell’editoria.

Siccome mi piace riepilogare i concetti per punti chiave vi propongo le mie considerazioni (bada ben, ho detto personali) su TuxFeed:

pro

  • Si è sempre aggiornati sul mondo FLOSS e GNU/LINUX
  • Si conoscono nuovi blog e se ne può giudicare la loro qualità confrontando gli articoli dei rispettivi autori
  • Le notizie possono essere analizzate sotto più punti di vista grazie alla moltitudine di fonti

contro

  • ridondanza delle informazioni, specialmente per quanto riguarda annunci sulle nuove distro in uscita e sui prossimi rilasci delle nuove versioni dei desktop environment
  • post apertamente OFF TOPIC
  • Quasi tutti i feed sono tagliati, il che constringe ad aprire prima la pagina su TuxFeed e successivamente cliccare sul link che rimanda al blog di origine; questo problema è stato parzialmente risolto con l’aggiunta di un secondo feed che punta direttamente ai siti originari. In ogni modo è sempre necessario aprire una scheda nuova per ogni articolo spezzato portando ad un rallentando della consultazione e a relativo dispendio di tempo.

A seguito di questa mia valutazione sui possibili vantaggi e svantaggi ho deciso di eliminare temporaneamente il feed dal mio G. Reader in attesa di perfezionamenti di questa bellissima iniziativa che reputo ancora in fase di rodaggio. Ad ogni modo, buona parte dei blogger che vi partecipano sono entrati a far parte del mio aggregatore quindi la perdita non è poi così grave.

…Fiduciosamente in attesa di miglioramenti.

Tag Technorati: , , , ,


Azioni

Information

8 responses

10 09 2007
Lazza

Non ho letto tutto il tuo post, comunque io sono come fonte solo per il tag Linux, come è giusto che sia e come prevedono le regole di Tuxfeed. Se poi le fonti se ne approfittano dovrebbero essere bannate.

10 09 2007
Paso

Dovrebbero essere tutti come te allora.🙂

11 09 2007
Lobotomia

Beh noi veniamo aggregati con tutte le notizie al 100%, proprio per questo quando abbiamo notizie off topic le evitiamo proprio. anche perchè non abbiamo motivo di raccontare la nostra vacanza o cosa mangiamo la sera😀

11 09 2007
Paso

Ho già avuto modo di notare che il vostro blog è puramente tematico e non contiene post “alternativi”😀 e apprezzo il vostro operato. Naturalmente è inutile dire che la responsabilità sui contenuti di tuxFeed spetta ai singoli blogger.
Ciao

12 09 2007
no1globe

Commentato!
Sono passato solo per diciamo lasciare la traccia che ho letto e visto un po’ l’andazzo de TuxFeed, e dico subito non sono utenti di sto… boh.. che è? aggregatore di siti con post relativi a linux, ma molte volte capita di leggere la vita di questi che postano :mrgreen: … definito giusto? 😛

Bè…Byez! :mrgreen:

12 09 2007
Paso

si, esatto🙂

27 09 2007
Alessandro Pagano

Ti ringrazio per l’attenzione riservata alla nostra iniziativa, e per “tenerci d’occhio” con interesse.
I problemi che hai riscontrato sono effettivamente “fisiologici” per ogni aggregatore di feed. I post Off topic possono essere eliminati tramite iscrizione per “tag”, ecco perchè tendiamo ad accettare solo feed “filtrati”. Per quanto riguarda i post duplicati, beh c’è poco da fare, l’unico intervento, potrebbe essere un filtro che elimini articoli con titolo identico.

Eravamo intenti allo sviluppo del portale e alla risoluzione di questi due problemi, quando disgraziatamente, il servizio che aggregava i nostri feed (mysyndicaat), è diventato a pagamento, e ci siamo trovati di fronte all’emergenza. Ora avendo cambiato software di aggregazione, stiamo avendo problemi con l’aggiornamento pianificato dei post. La soluzione radicale a questo problema è scrivere un plugin da zero, che ci consenta massimo controllo e massima affidabilità. Impegni di studio e di lavoro rallentano lo sviluppo di questo plugin, e il relativo test.
Appena avremo risolto questi problemi contingenti (più urgenti) ci dedicheremo alla lotta ai doppioni e agli off-topic, e potremo dedicarci più serenamente al miglioramento qualitativo del servizio. Per ora credo sia necessario garantirne la “funzionalità”.

A presto!

27 09 2007
Paso

Grazie Alessandro per aver esposto chiaramente il punto della situazione. L’idea del Vostro plugin sono sicuro che fornirà la soluzione a tutti i problemi attuali.
Ciao

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: