Leggere partizioni Linux da Windows

4 06 2007

Come ho già scritto in altri post sui miei 2 pc ho K/Ubuntu e WindowsXP in dual boot. Spesso mi ritrovo ad usare Windows e mi dimentico di trasferire i file che mi servono, creati o scaricati sotto linux, sulla partizione di scambio formattata con FAT32 in modo da poterli leggere e modificare. Ma un bel giorno (alla buon ora!) ho scoperto che esiste un driver che mi permette di leggere e scrivere le partizioni ext2 ed ext3 da ambiente Windows. Il driver lo potete trovare a questo indirizzo fs-driver.org.

Pochi aggettivi per descriverlo: comodo, leggero (460 Kb), veloce ed utile al momento giusto.

Inoltre Fabio, amico e collega di corso, mi ha suggerito la seguente idea (che metterò in pratica alla prossimo formattone generale del disco): Installiamo Windows e tutti i programmi in una partizione NTFS e mettiamo tutti i documenti, canzoni, video, etc. in una partizione ext3 dopo aver installato il driver in questione. In questo modo otteniamo 2 vantaggi:

  • abbiamo una partizione con tutti i nostri files leggibile e scrivibile da entrambi i sistemi operativi senza bisogno di usare scomode partizioni di scambio (che, come succede quasi sempre a me, ci si dimentica sempre di trasferirci i files quando ne hai bisogno)

  • usiamo un file system ben fatto e sicuro che è poco soggetto alla frammentazione e quindi non dobbiamo eseguire la deframmentazione settimanalmente.

Mica male come idea, che ne pensate?


Azioni

Information

12 responses

4 06 2007
artgatt

In Ubuntu esiste un driver per eseguire la scrittura sui dischi NTFS. Non ricordo come si chiama, ma puoi trovarlo nel gestore dei pacchetti software installabili digitando NTFS.

A questo punto potrai leggere\scrivere su tutte le partizioni, indipendentemente dal sistema operativo.🙂

4 06 2007
Paso

Giusto, hai ragione. Ne ero già a conoscenza ed avrei dovuto specificare che esiste questa possibilità (a proposito il sito è ntfs-3g.org).
Comunque l’intento di questo mio articolo era la possibilità di leggere le partizioni ext2/3 quando siamo su windows e di sfruttare i vantaggi di questo file system (prestazioni, frammentazione, …).

Ciao

5 06 2007
Come usare le partizioni Linux su Windows « Naqernet

[…] Eccovi di seguito un interessantissimo articolo pubblicato dall’amico Paso nel suo blog:  […]

5 06 2007
phoenix

ottimo articolo Paso!
mi è piaciuta l’idea di mettere file e cartelle su una partizione di tipo ext3…non ci avevo mai pensato.

13 09 2007
Skipper

Grazie! sei un mito!!!!
mi hai salvato un download da 6 giga

13 09 2007
Paso

prego!😉

17 11 2007
marcoclive

ciao, ma scusate, facendo cosi non permettete ad un eventuale di worm di windows di intaccare i file linux che adesso windows legge????

17 11 2007
Paso

@marco: si è vero c’è questa possibiità. Però se pensi ad un worm o ad un trojan generalmente sono programmati per andare ad infettare file o cartelle di windows che nella stragrande maggioranza dei computer risiedono nella classica partizione C:
Quindi si può dire che i malware sono quasi sempre programmati per andare a fare danni nella partizione C: e raramente si preoccupano delle altre partizioni; a volte leggono le variabili d’ambiente per individuare path e directory ma le partizioni di linux fortunatamente non vengono settate in queste variabili. Quindi se usando questo programmino fs-driver quando ti chiede che nome vuoi dare alle partizioni linux dagli delle lettere poco usate o in fondo all’alfabeto (per esempio io uso P per la /home/paso R per la / ed S per la Swap): così diminuisci la probabilità che il worm intacchi le partizioni al di là delle classiche C,D,E,F,G😉

Inoltre aggiungo: mettiamo che il worm riesca a trovare le tue partizioni Linux. Ebbene giunto qui cosa fa? cosa se ne fa dei file di linux che di sicuro non saprà leggere? e se nell’ipotesi che dentro una directory qualsiasi (per esempio /etc/) il worm ci scriva un file .exe che si occupa di inviare i tuoi dati personali su un altro pc controllato, quando tu starai facendo girare linux sul tuo pc quel file diventerà innocquo perché Linux non lo eseguirà mai da solo.

L’unico problema che rimane, credo, è se si tratta di un programma che danneggia i file eliminandoli e che sia pure in grado di individuare le partizioni linux. Beh qui, oltre ad avere molta sfiga, c’è poco da fare😦

Ciao

17 11 2007
marcoclive

si,mi rtiferivo all’ultimo ipotesi!!! grazie comunque ,lo installo

18 11 2007
Paso

prego😉

31 12 2012
smart stun

I have been exploring for a little for any high quality articles or weblog posts on this sort of space .
Exploring in Yahoo I ultimately stumbled upon this web site.
Reading this info So i’m satisfied to exhibit that I’ve an incredibly excellent uncanny
feeling I discovered just what I needed. I such a lot certainly will make sure to don?
t overlook this web site and provides it a glance regularly.

8 07 2013
school

Etching results in a dishwasher. There are wines that we taste and
swirl it around the nation plus nearly all of the movement.
At the first place. Some villa owners are also a great idea as wine is a fact that
grapefruits grown in different regions taste different.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: