Emergenza spazio in un mondo sommerso di bytes!

8 03 2007

Secondo una ricerca condotta dalla technology research of IDC le informazioni digitali memorizzate stanno crescendo con un tasso superiore allo spazio attualmente disponibile per conservarle. Da una loro ricerca, nel solo 2006 sono state generate informazioni digitali per un totale di 161 miliardi di gigabytes, pari a 161 exabytes (10^18 bytes!). E pensare che un studio simile realizzato dall’università di Berkeley nel “lontano” 2003 aveva stimato la quantità di informazioni in soli 5 exabytes.

In realtà IDC ha adottato un metodo diverso per il conteggio. Infatti hanno calcolato, oltre tutte le possibli informazioni digitali, anche le informazioni non elettroniche, quali le conversazioni telefoniche e le radiodiffusioni. Inoltre per ognuna delle sole informazioni digitalizzate è stata calcolata una media empirica di 3 copie per ogni dato files. I ricercatori affermano che rintracciando solo i dati originali il relativo risultato sarebbe stato di 40 exabytes.

Chi produce così tanti bytes? Sempre secondo i ricercatori di IDC, la stragrande maggioranza dei dati è prodotta sempre di più dalle singole persone e non da grosse società (si pensi ad esempio la quantità di dati prodotti da servizi come youtube), ed entro il 2010 questa percentuale arriverà ad oltre il 70%.

Per concludere vi riporto altri dati interessanti.

Mentre nel 2006 in tutto il globo lo spazio disponibile per memorizzare le informazioni digitali era di 185 exabytes in confronto ai 161 prodotti, si stima che nel 2010 ne avremo a disposizione 601 contro una quantità di dati prodotta pari a 988 exabytes, prossimi cioè alla soglia di 1 zetabytes (10^21!). Fortunatamente, assicurano, nuove tecnologie permetteranno di memorizzare sempre più informazioni ad un costo inferiore; inoltre, osservano i ricercatori, bisogna tener conto che non tutto quello che si memorizza lo si conserva per sempre, come ad esempio segnali digitali o le email (non è il mio caso…).

Dopo questo articolo ho fatto un po’ di pulizia sui miei spazi web e sul mio disco rigido perché ho avuto dei sensi di colpa a pensare che, oltre alla gente che non ha soldi per sfamarsi, ci sarà chi, in futuro, non potrà avere abbastanza spazio per salvare tutti i suoi dati… 😐

[fonte: Wired news]


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: